Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 1 aprile 2015

Siccità Made in USA

13 marzo:
Zero Hedge - NASA Scientist Warns "California Has One Year Of Water Left"
Submitted by Tyler Durden on 03/13/2015


(...) Right now the state has only about one year of water supply left in its reservoirs, and our strategic backup supply, groundwater, is rapidly disappearing. (...)

17 Marzo, caldo e siccità anomale da una parte, freddo e pioggia fuori norma da un'altra:
Zero Hedge - A Nation Divided (Or "It's Not The Weather, Stupid")
Submitted by Tyler Durden on 03/17/2015
1° aprile (e non è un pesce):
Zero Hedge - For First Time In History, California Governor Orders Mandatory Water Cuts Amid "Unprecedented, Dangerous Situation"
Submitted by Tyler Durden on 04/01/2015

Non c'è mai stata così poca neve sulle montagne rocciose in questo periodo dell'anno ... e per la prima volta nella storia il governatore della California raziona l'acqua ... ... sciatori disperati ...

Intanto, nell'altro emisfero...
Osservamondo - São Paulo a secco
Di Anna Ryden - 16 marzo 2015

Da São Paolo a Rio de Janeiro si estende un’area metropolitana colpita dalla peggiore siccità da 80 anni. Sono 32 milioni di persone solo nelle due città, piú la popolazione nel resto della regione, nel 2008 in tutto 55 milioni di persone, oggi più probabilmente 60. Come l’Italia.

São Paulo ha sempre avuto un pessima clima, nel senso che letteralmente pioveva ogni singolo giorno. Peggio di Laveno, il pisciatoio d’Italia.

Così almeno fino al 2011, quando ha lentamente smesso di piovere, inizialmente per la gioia degli abitanti. Ben presto però sono state introdotte razionamenti dell’acqua, che si accendeva solo poche ore al giorno. Molti ristoranti usano piatti e forchette di carta perché non possono usare le lavastoviglie da mezzogiorno fino alla mattina del giorno dopo.

La colpa si cerca soprattutto nelle mancate pioggie, che si attribuisce alla deforestazione – senza rain forest, no rain. (...)
e mo anche in Antartide ...
Effetto Risorse - Ultimissime: comincia il collasso dei ghiacciai antartici occidentali
Posted by Ugo Bardi - 1° aprile 2015


Una spaccatura gigantesca nel ghiacciaio dell'Antartide Occidentale come mostrata da una foto satellitaria. L'intero ghiacciaio ha cominciato a muoversi verso il mare.

(...) Il risultato del collasso del ghiacciaio sarà un incremento del livello globale del mare di circa 5 metri. Se lo stesso fenomeno interesserà tutta l'Antartide, come sembra sia il caso secondo alcuni dati riportati dall'IPCC, il risultato finale sarà un aumento del livello del mare di circa 60 metri. (?!! Er) Il rapporto dell'IPCC non si dilunga sulle conseguenze sulle città costiere e sulle zone popolate a bassa quota sul livello del mare.

(...) Negli ambienti politici, la destra vede l'allagamento delle città della costa come una "punizione divina" per i peccati commessi in queste città (specialmente a New York). I giusti, si dice, saranno certamente risparmiati dalle onde incombenti, proprio come Mosè e il popolo eletto furono risparmiati quando attraversarono il Mar Rosso. I commenti della sinistra sono generalmente positivi, dato che si ritiene che l'allagamento delle regioni industrializzate e popolate della costa ridurrà l'inquinamento. Si spera anche che questo darà delle opportunità per delle comunità più resilienti e uno stile di vita a crescita zero basato su risorse locali.
La reazione dell'industria in generale è stata di cauto ottimismo. i portavoce dell'industria petrolifera e dell'industria minerale riferiscono di grande interesse nello sfruttamento minerale delle terre antartiche lasciate libere dai ghiacci, che si ritiene contengano petrolio, gas, carbone e molti altri minerali importanti. L'industria edile riferisce anche di un grande interesse in nuove opportunità di mercato, come la costruzione di barriere anti-allagamento e la rilocazione di intere città nell'entroterra. "Mai prima di ora", riferisce un portavoce dell'industria, "le prospettive dell'industria del cemento sono state tanto brillanti. (...)
.. ma no, dai, è un pesce d'aprile! niente mari più alti di 60 metri :) ... non per ora almeno .. leggete su Effetto Risorse i commenti di Pulvi :)

Nessun commento:

Posta un commento