Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 30 aprile 2015

La retorica del "Nutriamo il mondo" e il silenzio sulla realtà dei "Sicari Economici"

Vittorio Agnoletto (laurea in Medicina e Chirurgia) sarà bruttino (sempre grandemente meglio di una faccia di bronzo spacciatore di fuffa come Renzie e altri tipi come lui) ma dice cose sacrosante e misconosciute dal grande pubblico addormentato ad arte dai media, fra cui queste:
(...) ad esempio la S.Pellegrino - azienda controllata da Nestlè - che sta distribuendo in tutto il mondo 150 milioni di bottigliette con il logo Expo. Ma Nestlé, già sotto accusa dall’OMS per la distribuzione di latte in polvere in Africa, oggi è criticata perché acquista cacao da zone dell’Africa dove nelle piantagioni si giunge ad utilizzare anche lavoro minorile in schiavitù.

La “Carta di Milano”, presentata come l’eredità di Expo, è una grande operazione mediatica, un documento che furbescamente utilizza il linguaggio dei movimenti ma che si limita a dichiarazioni generiche senza indicare le cause e senza chiamare per nome i responsabili della situazione attuale: non una parola sui sussidi che la Commissione Europea regala alle multinazionali europee agroalimentari, permettendo loro una concorrenza sleale verso i produttori locali, né sugli accordi EPA voluti dal WTO e dalla UE che distruggono l’agricoltura africana (poi lamentati che arrivano ondate di migranti in fuga da guerre e fame e vai in tv a fare la faccia contrita a strombazzare un bel "mai più!" dopo l'ennesima ecatombe. Er) , né si cita, per fare un esempio, la Cina come uno dei principali responsabili del land grabbing, né si parla dell’espropriazione del controllo sui semi che i contadini subiscono ad opera delle grandi aziende OGM, né si fanno i nomi di chi privatizza l’acqua: dalla Coca Cola all’Enel che controlla le risorse idriche dalla Patagonia cilena". (...)
tutto sul Fatto Quotidiano.

Che colossale puttanta ipocrita e furbesca lo spottone di "nutriamo il mondo"... evento sponsorizzato da Coca Cola e McDonald, tutto un dire

Forse qualcuno dovrebbe (ri)vedersi questo video, "Confessioni di un Sicario Economico"



da Wiki una brevissima sintesi:
« I sicari dell'economia sono professionisti ben retribuiti che sottraggono migliaia di miliardi di dollari a diversi paesi in tutto il mondo.

Riversano il denaro della Banca Mondiale, dell'Agenzia Statunitense per lo Sviluppo Internazionale (USAID) e di altre organizzazioni "umanitarie" nelle casse di grandi multinazionali e nelle tasche di un pugno di ricche famiglie che detengono il controllo delle risorse naturali del pianeta. I loro metodi comprendono il falso in bilancio, elezioni truccate, tangenti, estorsioni, sesso e omicidio. Il loro è un gioco vecchio quanto il potere, ma che in quest'epoca di globalizzazione ha assunto nuove e terrificanti dimensioni. »
Corrompere pochi politici chiave, semplicemente assassinare quei pochi a schiena dritta che non si fanno corrompere e cercano davvero il bene del proprio paese e della propria gente (in Italia mi viene in mente Enrico Mattei), fare indebitare il paese ... quando questo non ce la fa a ripagare gli interessi dirgli "ok, privatizza questo e quello" (leggi: vendi alle nostre corporations, alle nostre multinazionali), e/o "facci piazzare una nostra base militare nel tuo paese" e/o "mandaci truppe tue a fare il lavoro sporco per noi in questo o quel paese" e/o "svendici le tue risorse (riserve) per una pipa di tabacco" e così via ..

Queste non sono fantasie, paranoie, teorie del complotto.. è la storia del XX secolo e dell'Impero Americano. Solo che a scuola e nelle tv non la raccontano.

Sia chiaro: a me può anche andar bene che il mondo vada così (si fa per dire). Posso anche addirittura ammirare l'abilità degli americani nello stabilire il loro impero, come posso ammirare la capacità dei Romani di 2000 anni fa nello stabilire il loro. La globalizzazione mi può anche stare bene, l'euro mi può anche andare bene ... quello che mi fa veramente incazzare invece è quanta gente non ha semplicemente idea di com'è fatto il mondo in cui vive, e passa beata tutta la sua vita in una realtà parallela fatta di falsità, imbellettamenti, storpiature, ribaltamenti dei fatti e ipocrisie varie.

Presente Matrix? Quel film fa presa perchè racconta, per metafore e in tono avvincente, esattamente come funziona il nostro mondo. Il fatto che la grande maggioranza della gente vive in un mondo virtuale creato dei media non vuol dire che abbia ragione e che la storia sia quella che credono loro (o meglio: quella che gli hanno insegnato a credere, quella che gli hanno suggerito e dato da credere col becchime quotidiano dei media).


Cosa ci voglio fare? Niente, non ci posso fare niente se il mondo va così .. io cerco solo di stabilire dei punti di verità. Almeno, cazzo, essere consapevoli!

Come disse un padre della patria statunitense (prima che tutti i loro ideali fossero stravolti totalmente specialmente un centinaio di anni dopo):
"There are two ways to conquer and enslave a nation. One is by sword. The other is by debt."

Ci sono due modi per conquistare e schiavizzare una nazione. Uno è con la spada. L'altro è col debito.

Nessun commento:

Posta un commento