Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 6 marzo 2015

Rialzo dei tassi USA quest'estate?

Disuccupazione USA ai minimi ... la Fed rialzerà i tassi? .... Vendi Mortimer! Vendi tuttooo!! Ora!!





.. pare un bagno di sangue. E vedete i miners in oro e argento: dei -5%, -6%, -8% (and still counting) come se piovessero ... c'è da domandarsi come ancora non ne sia fallito qualcuno, ci stiamo ridirigendo a grandi passi verso i minimi di novembre-dicembre scorso .. e verso i due anni di quotazioni basse per i metalli nobili ...

Good News > Bad News (per la finanza, Jellen non stampa più e non regala soldia tutta la finanza come prima)

Bad News > Good News (per la finanza, idem al contrario)

Peccato che col contemporaneo crollo dell'euro gli sconti di oggi sui metalli preziosi, per noi europei, sono bassini.

---

Mi appunto la versione di un vecchio trader, Barrai. La sua storia del neo-rinascimento mi lascia un tantinello perplesso .. il rinascimento lo fecero commercianti e banchieri come i De Medici appunto, ma dove sarebbe il mecenatismo di questi trader e investitori smart ("i migliori" come piace autodefinirsi a Paolo B.)? Magari il mecenatismo sarà da parte delle elite di banchieri e grossi finanzieri, quelli che stanno magari a NY, a Berna, a Londra e frequentano case d'asta e gallerie private .. non mi pare da quelli che - anche con 1-2-3 milioni di euro - restano sempre pesci piccoli che cercano profitti, giustamente, approfittando dello scenario della globalizzazione ... non credo che Barrai finanzi le opere di un novello Michelangelo o Donatello o che sia un novello Borso d'Este che paga per farsi decorare ad affresco casa da un novello Francesco del Cossa. Comunque:
Dati truccati? ..menzogne sulla ripresa usa? FORSE .. SI E FORSE NO ...quello che conta sono i risultati...
1) i tassi di interesse americani salgono (decennale a 2,24%) e il differenziale con i tassi in europa si allarga.
2) quindi il dollaro si rafforza
3) la crescita dei posti di lavoro (truccata o meno non è rilevante ai fini del risultato finanziario - economico) in america è robusta (lo so ..lo so...è diminuita la partecipazione al lavoro di tantissimi americani...ma quelli non li contiamo...per ora..)
4) il prezzo del petrolio rimane ancorato ai 50 dollari garantendo stabilita' dei prezzi e ulteriore crescita economica....altrimenti se il petrolo sale ora blocca la fiducia
5) Il prezzo dell'oro scende ....in quanto i flussi di denaro si spostano verso la crescita economica
6) lo stesso rialzo dei tassi e' una BUONA NOTIZIA per i mercati Usa, in quanto indica fiducia e crescita per le persone,....inoltre la fine dei tassi bassi fa anticipare gli investimenti e i consumi.
7) il dollaro forte creera' dei problemi alla corporate america, infatti la borsa Usa trema ..ma non sarei preoccupato per ora..... ci sono tantissimi mercati nel mondo dove ci si puo' indebitare a tassi bassi e le multinazionali non sono preoccupate.
QUINDI PER ORA NESSUNA PREOCCUPAZIONE E RILASSATEVI (Poi deride FK... leggete qui se volete)

Mercati finanziari facilmente prevedibili... il forte dato sul lavoro di ieri ha provocato un rafforzamento del dollaro e una discesa repentina del mercato azionario USA, preoccupato da un possibile rialzo dei tassi americani prima del previsto.

In europa i tassi sono bassi..anzi al momento per i paesi periferici si continuano ad abbassare. L'italia rimane il mercato azionario piu' promettente al momento.Ieri record di discesa del rendimento del decennale, meno dell'1,30% .... e dello spread arrivato a 90 bps.

non vi preoccupate..e aumentate le posizioni azionarie in caso di storno. Ovviamente senza mutare il profilo di rischio del portfolio. COME SI FA??? SEMPLICE:
Insomma..dove avete profitto..alzando lo stop...riducete il rischio ..quindi potete ribilanciare il rischio investendo una quota piu' ampia di capitale in azioni.

Nessun commento:

Posta un commento