Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 26 marzo 2015

Lops: Perchè le banche centrali hanni paura ad alzare i tassi


Circa il 60% delle obbligazioni governative tedesche in circolazione offrano rendimenti negativi, così come il 45% di quelle francesi, l'80% di quelle svizzere. Sottozero viaggia anche il 30% dei titoli giapponesi...

Mentre un po' tutte le borse occidentali sono in rosso per la guerra che divampa ora anche fra Yemen e Arabia Saudita vi segnalo un articolo del sempra bravo Vito Lops sul Sole (qualcosa di degno di essere letto capita anche li :) ) che fa un po' la storia degli ultimi 10 anni di iperfinanza globale e tassi bassi delle banche centrali:

Sole 24 Ore - Ecco perché le banche centrali hanno paura ad alzare i tassi. E stanno creando un'altra maxi-bolla
di Vito Lops, 26 marzo 2015

(...) circa il 60% delle obbligazioni governative tedesche in circolazione offrano rendimenti negativi, così come il 45% di quelle francesi, l'80% di quelle svizzere. Sottozero viaggia anche il 30% dei titoli giapponesi.

(...) La bolla è scoppiata quando lo stesso Greenspan, preoccupato per un surriscaldamento dell’economia e di un’impennata dell’inflazione, ha rialzato i tassi velocemente portandoli dall’1% del 2004 al 5,5% del 2006. A quel punto il castello dei mutui a tassi variabili subrime e dei derivati annessi ci ha messo un paio d’anni per crollare del tutto, culminando nel settembre del 2008 con il fallimento di Lehman Brothers.
leggi tutto sul Sole

PS: quasi quasi vendo tutte le azioni e smetto subito di fare trading .. e tramuto tutto in beni reali, a partire dai metalli ma anche quadri, stampe, fumetti, banconote da collezione, libri antichi ... cibo in scatola ... :)

Nessun commento:

Posta un commento