Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 6 marzo 2015

American Eagle Energy Corp: lo shale non paga



Ecco un caso di default - la compagnia non paga gli interessi che dovrebbe su dei prestiti - di una compagnia Shale riportato ora dai Tylers:




Bloomberg reports that after raising $175 million in a junk-bond offering, American Eagle Energy Corp. said Monday that it wouldn’t make its first interest payment on the debt.

And instead of fulfilling its naive bondholders dreams that they will collect an 11% annual coupon for the next 5 years and then get repaid in full, the company hired bankruptcy advisers, Canaccord Genuity and Seaport, to negotiate a restructuring plan with the bondholders. Said bondholders now have two options: give the company more time to try to become profitable (i.e., hope that oil somehow soars from here) or push it into default, and become the new equity holders following a debt for equity.
Ooops! "Sorry, non vi daremo un 11% di interessi all'anno .. non vi possiamo dare proprio niente se è per questo .."




I Tylers avevano anche riportato mesi fa un'interessante tavola di Goldman Sachs su quali compagnie Shale fossero più in pericolo:


.. stai a vedere che i Sauditi erano d'accordo con le grosse Corporation del petrolio per far fallire tante piccole compagnie Shale e poi fare il raccolto a penny on the stock, prendersi tutto per una pipa di tabacco e farci soldi quando il petrolio tornerà sopra i 100 $/barrel ...

(che complottista che sono!)

Nessun commento:

Posta un commento