Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 24 febbraio 2015

Tylers: Il più grosso problema del mondo. I Debiti


Un pajo di grafici presentati ora dai Tylers. Il debito complessivo in alcuni paesi del mondo (statale + privato + corporate)

non siamo messi neanche malissimissimissimo rispetto ad altri :)

9 paesi al mondo hanno debiti pari a più di 3 volte il PIL (GDP, Gross Domestic Product) annuale e il 39% dei paesi del mondo (!) ha un debito complessivo/PIL pari o più alto del proprio PIL annuale.

Negli ultimi 5 anni, ricordano i Tylers, sono stati stampati globalmente 12 TRIlioni di dollari equivalenti (12.000.000.000.000 $), e la maggiorparte sono finiti nei mercati azionari. Ormai siamo arrivati, come pianeta, a monetizzare ogni anno più debito di quanto ne viene emesso ogni anno (!).

Un dettaglio dei dati riassunti sopra:


i dati qui sopra, della McKinsey, sono le variazioni percentuali fra 2007 e 2014, delle varie voci del debito di un paese. Più rosso = situazione peggiorata, più verde = deleveraging.

E come ripetono ancora una volta i Tylers:
either the Fed inflates this debt away, or one can kiss any hope of economic growth goodbye, even if that means even more central bank rate cuts, more QEs everywhere, and stock markets trading at +? while the middle class around the globe disappears and only the 0.001% is left standing.
O la Fed inflazione il debito (stampa così tanto da avere un'inflazione così potente che nel giro di pochi anni tutto sto debito sarà carta straccia, sarà ripagabile in caramelle) o puoi scordarti la crescita economica. E quindi più tagli ai tassi delle banche centrali, più QE e mercati azionari a ++++ (infinito ++++) ... mentre le classi medie di tutto il mondo scompariranno e resterà in piedi solo lo 0,001% (non i piccoli trader, sorry .. ma neanche chi ha solo qualche milioncino mi sa).

Nessun commento:

Posta un commento