Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 3 febbraio 2015

Jesse: Uno dei più importanti fenomeni monetari di questo secolo


Simpatico discorso quello che ci ricorda Jesse al suo caffè



US 52 WEEKS gold mine production 2014 (estimate from Mineweb) ... 210 tonnes

China first 3 WEEKS gold imports 2015 (calculated by Koos Jansen) ... 202 tonnes

The largest producer of gold is China, second Russia, third USA.

The two largest producers are net importers of their world leading mining output. The third largest producer is a net exporter.
And then there's Australia, but I'm not sure that they even know what they're doing as one of the attendant nations.

No matter what the exact numbers and who makes the most, gold is flowing from West to East.

Anyone who does not understand this is missing one of the most dramatic monetary phenomena of this century.

I più grossi produttori minerari d'oro al mondo in questi anni (per esempio il Sud Africa lo era ai tempi della prima corsa all'oro, negli anni '70.. no more) sono Cina, Russia e USA. I primi due producono, se lo tengono e anzi ne importano, soprattutto la Cina. Il terzo, gli USA, invece lo esportano. Saran furbi? mah.

Comunque sia chi si dorme quello che sta succedendo si dorme uno dei più importanti e significativi fenomeni monetari di questo secolo.

A proposito dei dati del mitico Koos Jansen, spulciatevelo ogni tanto il suo blog su Bullionstar, trovate sempre dati aggiornati e ben graficati ... e anche qualche foto interessante e molto educativa, tipo questa:


E' stata scattata a Pechino un mese fa, il 3 gennajo 2015. La folla che vedete ha acquistato la bellezza di 0,6 tonnellate d'oro (600 kili) in un solo giorno .. e contando le vendite in questo solo shopping center.

Nessun commento:

Posta un commento