Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 11 febbraio 2015

Dinucci: In Ucraina Neo-Nazi addestrati dagli USA

Devo dire che mi dispiace davvero vedere come Anna Ryden si è lanciata in post a raffica su com'è cattivo Putin, come sono cattivi i russi per quello che succede in Ucraina, come manipolano l'informazione da noi (loro! il colmo del ridicolo) ... accidenti, NON mi piace Putin, NON preferirei vivere in Russia piuttosto che in Europa occidentale, ma veramente, chi non si rende conto di come sono gli americani che continuano a infilare un bastone in culo ai russi da parecchi anni ormai - aspettandosi che questi ringrazino? - mi fa venire in mente quei tedeschi che dopo la guerra dicevano, a proposito dei campi di concentramento, "io non sapevo ... non avevo idea .. non immaginavo ... ". E avevano supportato Hitler e il nazismo tutti gli anni prima. Ora, non sto dicendo che l'UE è nazista, ma la propaganda a cui siamo soggetti me la ricorda. Come dici? Che da noi siamo in democrazia, informati, liberi? si, be, mmmm... forse un pochino meno di quanto credi.

Rete Voltaire - Neo-nazi addestrati dagli USA
di Manlio Dinucci | Roma 10 febbraio 2015

In Ucraina gli USA inizieranno in primavera l’addestramento e l’armamento della Guardia nazionale: lo conferma ufficialmente il Comando europeo degli Stati uniti, precisando che il programma rientra nell’iniziativa del Dipartimento di stato per assistere l’Ucraina ad attuare «la difesa interna».

Il finanziamento, già autorizzato dal Congresso, viene fornito da uno speciale Fondo costituito dal Pentagono e dal Dipartimento di stato per «fornire addestramento ed equipaggiamento a forze di sicurezza straniere», così che «i paesi partner possano affrontare sfide importanti per la sicurezza nazionale degli USA».

La missione di addestramento in Ucraina serve a «dimostrare l’impegno Usa per la sicurezza del Mar Nero e il valore delle forze Usa schierate in posizioni avanzate».

Le unità della Guardia nazionale ucraina, comprendenti secondo stime approssimative 45-50mila volontari, saranno addestrate da istruttori Usa nel campo militare Yavoriv presso Lviv a circa 50 km dal confine polacco.

La Guardia nazionale, costituita dal governo di Kiev nel marzo 2014 con un primo finanziamento Usa di 19 milioni di dollari, ha incorporato le formazioni neonaziste, già addestrate da istruttori Nato per il putsch di Kiev (come mostra una documentazione fotografica su militanti neonazisti addestrati nel 2006 in Estonia [1]). I battaglioni Donbass, Azov, Aidar, Dnepr-1, Dnepr-2 e altri, che costituiscono la forza d’urto della Guardia nazionale, sono costituiti da neonazisti sia ucraini che di altri paesi europei. Le atrocità da loro commesse contro i civili di nazionalità russa nell’Ucraina orientale sono ampiamente documentate da video e testimonianze (basta digitare su Google «atrocità dei neo-nazi in Ucraina»). Ma, nonostante che Amnesty International abbia accusato il governo di Kiev di essere responsabile dei crimini di guerra commessi da questi battaglioni, gli Usa hanno continuato a sostenerli, fornendo loro anche mezzi blindati. E ora li potenziano con il programma di addestramento e armamento.
Ma i cattivi sono sempre E SOLO i russi, che, pensa un po', forse armano la loro gente. Che bastardi.
Esso rientra nell’«Operazione fermezza atlantica», lanciata dal Comando europeo degli Stati uniti per «riassicurare i nostri alleati, di fronte all’intervento russo in Ucraina, e quale deterrente per impedire che la Russia acquisti l’egemonia regionale». Nel quadro del crescente dispiegamento di forze Usa nell’Europa orientale, il Pentagono ha inviato «esperti militari per accrescere la capacità difensiva dell’Ucraina» e stanziato altri 46 milioni di dollari per fornirle «equipaggiamenti militari, tra cui veicoli e visori notturni».

Washington sta quindi già armando le forze di Kiev che, anche senza ricevere armi pesanti dagli Usa, possono procurarsele con i milioni di dollari messi a loro disposizione. Mentre Germania, Francia e Italia si dicono favorevoli a una soluzione diplomatica e quindi contrarie alla fornitura di armi a Kiev. Ma allo stesso tempo, al vertice di Bruxelles, si impegnano, insieme a Gran Bretagna, Spagna e Polonia, ad assumersi i compiti maggiori nella formazione della «Forza di punta» della Nato, nel quadro della «Forza di risposta», portata da 13mila a 30mila uomini e dotata di sei centri di comando e controllo in Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania e Bulgaria. Mentre gli Usa, in preparazione del vertice di Minsk sull’Ucraina (cui volutamente non parteci-pano), assicurano per bocca del segretario di Stato che tra gli alleati «non ci sono divisioni, siamo tutti d’accordo che non possa esserci una soluzione militare».

Ma allo stesso tempo, addestrando e armando i neonazisti ucraini, gli Usa alimentano le fiamme della guerra nel cuore dell’Europa.
Ma SICURAMENTE questa Rete Voltaire è pagata da Putin per diffondere fandonie ...

Ho provato a fare una ricerca con "repubblica+ nazisti+azov". Ecco che esce: Ucraina, baci e abbracci per il ritorno dal fronte. Una serie di dolci fotografie di baci e abbracci alle fidanzate in una giornata di sole. Poi, si, sotto si dice che sono neonazisti dichiarati. Punto. E l'articolo è del settembre 2014. Nient'altro da dire? Non so, segnalatemi articoli di Repubblica in cui parlano delle stragi che questi simpatici neonazisti nostri alleati hanno fatto e fanno. Di tutto questo? Niente? No, solo articoli e tg a cadenza giornaliera su com'è bastardo Putin. Ripeti ripeti ... alla fine una cosa diventa vera. O almeno creduta.

Veramente, è allucinante, mi pare di essere nella Germania di fine anni '30, con tutta la gente di una sola opinione. Almeno vedendo i nostri tg e i nostri giornali, quasi tutti. Allucinante. E i bravi testa da pidino (perchè ce ne sono tanti anche fra quelli che non votano pd), ovviamente, a ripetere il mantra dei mainstream "com'è cattivo Putin .. ha invaso l'Ucraina ... arma i russi (!) ...". E' un dittatore? Sicuro non lo ammiro. Gli ucraini che vorrebbero fare parte dell'UE? Li posso capire e mi dispiace per loro. Ma questo non mi impedisce di vedere quello che è ovvio se fai un minimo di ricerche: quà raga siamo noi (si fa per dire, gli USA e noi pecorelle europee dietro) che stiamo aggredendo l'impero russo da 20 anni a questa parte .. e andiamo sempre più a fondo. Meravigliati e scandalizzati (!) poi che i Russi se la prendano e rispondano.

Condannavo i Russi in Cecenia? Si. Condanno i Russi nell'Ucraina russofona? No. Condanno gli USA e noi tutti in Ucraina? Si. E' una questione di coerenza. Non puoi farmi la democraticona su questa guerra - e pure su tutte le altre degli ultimi 20 anni - e far finta che quando gli aggressori siamo noi è tutto bello, buono e giusto. E disinteressato.

.. e continuiamo così, a invadere paesi, a fare guerre .. e a volerci pensare bravi, buoni e democratici nel farlo. Crediamo tutti alle favole, no?

Sono DECENNI ormai che ci raccontano le favole, che andiamo a "liberare popoli" dai loro dittatori, che "Milosevich è cattivo", che "Saddam è cattivo", che "Gheddafi è cattivo", che "Assad è cattivo" .. che "gli arabi tutti sono cattivi"... si, certo. E noi siamo i buoni, no? Certo. E' un assioma. Per questo bombardiamo e invadiamo paese dopo paese da decenni ... perchè siamo buoni e generosi. Penso che questi citati fossero brave persone? No. Questo però non mi fa infojare e non mi impedisce di vedere anche lo skifo - e ce n'è tanto - dalla nostra parte e i macelli peggio della cura DI CUI SIAMO RESPONSABILI (tipo, per dire, fra 150mila e più di un milione di morti civili in Iraq di cui non parla mai nessuno, perfettamente dimenticati).

Raga, una sola cosa: stavolta "Putin è cattivo" andrebbe condito con anche "Putin c'ha le atomiche"... vedete voi se ci conviene continuare ancora e sempre con ste stronzate. Qua, ridendo e scherzando, la storia potrebbe essere diversa da prima, che ce ne stavamo tranquilli a mangiare i cappelletti vedendo in tv dei massacri LONTANI, in qualche paese remoto, roba che non ci sarebbe mai arrivata in casa, toccati davvero.

Nessun commento:

Posta un commento