Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 16 febbraio 2015

Correlazione storica Oro/Petrolio e influenza del prezzo del petrolio su quello dell'oro - Alcune riflessioni


Sono rimasto colpito da recenti articoli che quantificano il vantaggio per alcune compagnie minerarie derivante dal crollo del prezzo del petrolio in pochi dollari, 10-12 dollari in meno per oncia prodotta. Ho cercato allora un po' in rete per vedere se e come esiste una correlazione fra i due prezzi, le due quotazioni. Un vecchissimo post del 2009 presenta un grafico che li fa sembrare andare proprio se non di pari passo almeno piuttosto in correlazione stretta (usando dei proxy come GLD e USO):

Market Oracle - Gold GLD and Oil USO ETF BubbleOmics Mis-pricing
By Andrew Butter - Dec 20, 2009

Un altro vecchio articolo, del 2010 questa volta, presenta un altro bel grafico in cui la quotazione del petrolio viene relazionata a quella di oro, argento, immobiliare, rame, T-bond USA a 10 anni, S&P500, inflazione e costo dell'elettricità (negli USA):
Seeking Alpha - Oil Will Drive Gold Prices Even Higher
Michael Fitzsimmons - Feb. 13, 2011
.. mancano tutti gli sviluppi degli anni '10 finora trascorsi, il vero boom di oro e argento e la loro ritirata e l'ultimo crollo del prezzo del petrolio, come pure la salita incessante degli indici USA degli ultimi anni di QE1, QE2 e QE3.. ma intorno al 1980 la correlazione fra prezzo del petrolio e oro e argento è evidente, sono gli unici che saltano fuori dalla massa e verso l'alto. Anche l'inflazione, data per rampante negli anni '70 - dopo la chiusura "temporanea" della finestra dell'oro da parte di Nixon nel '71, di fatto un default USA sul Dollaro = Oro sancito dagli accordi di Bretton Woods del '44 - non pare tanto evidente e in salita in quel periodo ..

.. o! un articolo più recente (che vi consiglio di vedere, è pieno di grafici interessanti sui metalli preziosi, money supply USA, ecc..)
National Inflation Society - Gold’s Correlation Coefficient % to US National Debt, Silver, Real US Money Supply, and More

.. negli ultimi 10 anni la correlazione è debole, "solo" del 59,2%. La tesi del sito è la solita austriaca, che il prezzo dell'oro sale perchè in realtà tiene solo il passo con la quantità di moneta esistente (USD)... sicuramente la ragione per cui tanti hanno comprato oro è proprio la paura dell'inflazione e dei default. Ma guardate quest'ultimo grafico che ho trovato a sto giro:
Casey Research - The New Gold
By Stephen Belmont

.. a quanto pare, e mi pare abbastanza ovvio, il prezzo del petrolio, il costo dell'energia in generale, impatta TUTTA l'economia mondiale. L'impatto più evidente è sul prezzo degli alimentari, che fra coltivazioni e distribuzioni di petrolio/energia ne usa veramente tanta in percentuale sul prezzo finale.

Cheddire? Forse il costo dell'energia incide in percentuale relativamente poco sul prezzo dell'oncia d'oro o d'argento .. comunque a me solo 10 dollari di risparmio per un dimezzamento del costo del petrolio sembrano veramente pochi. Considerate che non ci sono solo gli immensi serbatoi da 1000-2000 galloni dei camion delle miniere da alimentare a diesel, e che fanno 0,3 miglia per gallone bruciato ...
SRS Rocco Report - GOLD MINING INDUSTRY: Fuel Costs Explode Over The Past Decade
by SRSrocco on August 4, 2014



Diesel consumption per ounce of gold produced more than doubled from 12.7 gallons per ounce in 2005 to 25.8 gallons per [gold] ounce in 2013.
... che farebbe comunque un risparmio del costo di 26 galloni circa per oncia d'oro prodotta, da 70-80 dollari di un anno fa a un 40 circa di adesso (il diesel stava a circa 3 USD/gallone all'ingrosso e prima del crollo del petrolio e facciamo finta che ora costi solo 1,50 USD/gallone) e farebbe comunque un risparmio di almeno 30-40 dollari e non 10! ...

.. ci sono tutti i macchinari che vengono usati nelle miniere, tipo i frantoi per la roccia (sempre di più quella da macinare per via del calo dei tassi di oro nelle rocce), che magari vanno ad elettricità, che costa anche più della benza, tutti i trasporti fuori dalle miniere e verso le raffinerie e zecche, tutti gli impatti del calo del prezzo del petrolio sui prezzi dei prodotti chimici usati nella raffinazione, sull'illuminazione notturna degli impianti di produzione e raffinazione, ecc...

Insomma, secondo me il prezzo del petrolio su quello di un'oncia d'oro prodotta è ben più sostanzioso di 10 miseri dollari l'oncia... tipo almeno 100 dollari/oz di costi in meno per oncia d'oro prodotta, ora che il petrolio sta sui 50 USD/barrel. ... così eh! a spanne e facendo i conti della serva ... poi gli "espertoni" diranno quello che vogliono.

Questo vuol dire che non vedremo mai più l'oro a meno di 1000 USD/oz? Non dico questo, nel breve la finanza che governa e specula sui mercati di tutto il mondo può fare succedere di tutto, sbattendosene allegramente dei fondamentali e distruggendo questo o quel settore dell'economia reale.

Nessun commento:

Posta un commento