Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 6 gennaio 2015

Migliori e peggiori asset del 2014

Post doveroso. Vediamo che dice Tyler, o meglio, che dice Deutsche Bank:


Beh, con l'argento siamo riusciti a segnare un bel sostanzioso meno anche nel 2014, -19% , in dollari, giusto attutito in euro grazie alla sua debolezza contro il "superdollaro".. l'oro invece, sempre in dollari, ha sostanzialmente chiuso il 2014 allo stesso livello del capodanno scorso, un pelino sotto, robetta. Alla facciaccia di Goldman che dava l'oro a 1050 usd oncia per fine 2014. Ora lo ripetono cambiando un numero, entro fine 2015. Vedremo. Non che sia impossibile, sia chiaro.. questa iperfinanza globbbbale puo' combinarne di belle nel breve-medio periodo... e di fantasmagoriche che nel medio-lungo ;)

In euro, che forse interessa di piu' a molti metallari.. vedo qua... l'Ag era a 14,40 il 31 dicembre 2013 e a 13,12 il 1° gennajo 2015 che se non erro fa un meno 8,33% nel 2014 per il prezioso (? ;) ) metallo bianco per gli euroareati. L'Au non sto neanche a vedere, e' li' a ridosso dei 1000 euri l'oncia da un bel po' ormai, magari ha guadagnato qualcosa confrontando le quotazioni dei due capodanni specifici.

Nessun commento:

Posta un commento