Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

sabato 27 dicembre 2014

Effetto Risorse: World Energy Outlook 2014: il picco di tutto?

Articolone dello spagnolo Antonio Turiel di The Oil Crash - tradotto su Effetto Risorse - che si e' spulciato tutto il World Energy Outlook 2014 della IEA e gli fa le pulci per benino su ogni cosa improbabile che scrivono e soprattutto su quello che non scrivono. Riporto la sua sintesi finale ma val la pena leggersi tutto l'articolo che parla di tutte le fonti energetiche tradizionali e non:


Il linguaggio tranquillizzante che viene sempre impiegato dalla IEA sulle prospettive di futuro in quanto alla fornitura di energia, risulta nettamente smentito quando si entra nei dettagli dei dati da essa stessa forniti.
Nel rapporto di quest'anno possiamo trovare riferimenti per nulla velati ai problemi di produzione di petrolio se non c'è sufficiente investimento, a un picco del carbone che si potrebbe interpretare come un picco della domanda (fondamentalmente dovuto alla Cina) ma che in realtà potrebbe giungere ad essere un picco produttivo reale e al riconoscimento, ormai senza perifrasi, che, senza un cambiamento radicale, la produzione di uranio comincerà a diminuire nel prossimo decennio.
L'unica materia prima non rinnovabile per cui i grafici non mostrano problemi è il gas naturale, ed anche questa è abbastanza discutibile.
Dati i dubbi crescenti sul buon passo dell'economia mondiale (che verranno confermati o smentiti nei prossimi mesi) non si può escludere che si verifichi una pericolosa retroazione negativa fra la produzione di questi materiali e i cicli di investimento e disinvestimento nella loro produzione.
La produzione di petrolio, carbone e uranio (e in realtà anche quella del gas naturale) accumula tensioni tali che, lasciata al suo sviluppo naturale, porterebbe all'arrivo dei picchi contemporanei di tutte e di conseguenza di molte altre materie prime non energetiche.
E' il temuto Peak Everything, il cui effetto sociale è la Grande Scarsità.

Nessun commento:

Posta un commento