Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 9 dicembre 2014

Oro a 1230 e Ag che risale sopra i 17. News varie di oggi.

Mentre i mercati azionari mondiali vedono selloff, a partire dall'Asia e poi UE e USA, l'oro pare essere risalito nel range precedente dopo le recenti cadute incassando un + 35-40 dollari sino a quota 1230 usd e spicci e anche l'argento si spara un +5% e rotti e risale sopra quota 17 usd.. vediamo se ci resta, sopra i 17. 

Clive Maund qualche giorno fa - il giorno del bullish hammer, a inizio dicembre, quando l'Ag e' caduto sino a 14 e spicci per poi risalire fulmineo - notava il forte livello di supporto fra i 15 e 13 dollari l'oncia (che probabilmente NON verra' infranto ?) e come il vecchio supportone, ora resisitenza alla salita, e' fra 18 e 19 dollari l'oncia:


---

Paolo Cardena' presenta un pajo di interessanti grafici sull'andamento di redditi e debiti privati in alcuni paesi, Italia inclusa.


---

Anna Ryden e' curiosa di vedere se avremo prezzi bassi per il petrolio per abbastanza tempo da fare bei danni all'industria (anche finanziaria) dello shale.. 6-12 mesi dovrebbero bastare ... e vedi anche la mappa dei pozzi shale USA coi prezzi di break even di vendita, su Zero Hedge:


---

Steve StAngelo ci aggiorna sulle vendite di silver e gold eagle da parte della U.S.Mint... nuovo record storico per i dollaroni d'argento in arrivo, oltre i 44 milioni di pezzi targati 2014? .. intanto, da quando ne e' cominciata la coniazione nel 1986 abbiamo superato i 400 milioni di pezzi prodotti e venduti (!).


---

Roberto D'Agostino fa quello che dovrebbe fare l'informazione pubblica, informare, essere neutrale, pluralista, ecc .. un po di verita' taciute dai media sulla vera e propria colonizzazione USA dell'Ucraina.


Nessun commento:

Posta un commento