Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 6 novembre 2014

Argento a 15,20 USD/oz, 12,20 EUR/oz .... e la U.S. Mint vende 2 mln di silver eagle in 2 ore e resta a secco

Ok, ennesima caduta del prezzo dei metalli preziosi, con l'argento che e' arrivato a quotare 15,20 dollari l'oncia, pari a 12,20 euro l'oncia (!)

I Tylers fanno notare com'e' "curioso" che le vendite di argento (finanziario, argento di carta) sono partite, guarda un po', proprio ad ora di pranzo per i trader giapponesi e a mezzanotte e 30 per gli americani (NY i guess). Nientemeno di 13000 contratti di oro di carta per un valore nozionale di 1 miliardo e mezzo di dollari (!)

Intanto i prezzi delle commodities in generale stanno crollando al ritmo piu veloce dai tempi del crollo Lehman (QUI il post su ZH).

E con l'argento sotto quota 16 dollari l'oncia si sono scatenati gli acquisti, l'abbiamo gia visto, al punto che la U.S. Mint ha dovuto annunciare di essere rimasta a secco di Aquilotti Americani d'Argento, dopo averne venduti 2 milioni di pezzi in 2 ore (!)

E GoldCore parla, non quanto a ragione, di premium in salita a breve.


Nessun commento:

Posta un commento