Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 6 ottobre 2014

La NASA mette in prospettiva la siccità californiana

Ormai persino su Zero Hedge, sito pieno si "survivalisti", di "austriaci" e di gente in generale che se la prende più o meno giustamente contro il "socialismo" di Obbà, presentano con una certa regolarità post sulle crisi ambientali nel mondo, dalle radiazioni di Fukuschima che arrivano sulle coste americane, alla, per esempio, eccezionale siccità che sta colpendo la California. E quei pochi che ne escono con dei " non ci sono combiamenti climatici, sono normali oscillazioni del clima terrestre, è tutto un complotto" (di chi?? delle potentissime - hahaha - lobby dei produttori di pannelli solari?) restano ormai marginali e marginalizzati. Giustamente direi. Praticamente tutti quelli che conosco che hanno una preparazione scientifica di livello universitario non hanno problemi a riconoscere l'esisitenza del problema .. sono sempre e solo gli stessi che 20 anni ti ridevano in faccia se gli parlavi di peak oil che ancora si ostinano a parlare di complotto (non s'è mai capito a quale scopo, il cui prodest di questo "complotto" del parlare di cambiamenti climatici, chi l'avrebbe inventato e soprattutto a quale scopo .. se glielo chiedi, normalmente, scompajono).

Come ho già avuto modo di dire, non credo che quello dei cambiamenti climatici sia il più grosso problema cha abbiamo davanti a noi come umanità (almeno se non vivi ai bordi di un deserto o su un'isola del pacifico che è finita sott'acqua), però la cosa meriterebbe lo stesso la sua attenzione
Mashable - NASA Satellites Put California Drought Into Shocking Perspective
4 ottobre 2014

California-drying

In a podcast interview with Science Magazine, UC Irvine hydrologist James Famiglietti used the analogy of a bathroom scale to explain how GRACE uses highly sensitive gravity measurements to track changes in the amount of water stored underground in soil and rocks.

"Each [satellite] is about the size of a squashed minivan, and they orbit at about 400 kilometers. And what happens is that the change in mass on the surface, say, because of a big flood or a big load of snow on the mountains, actually pulls those spring-loaded weights towards Earth's surface," Famiglietti said.

The added danger in groundwater depletion is that unlike surface water, it is not easily replenishable. A UC Davis study published in July demonstrates how California farmers draining groundwater to compensate for losses in surface water will diminish the state's ability to withstand future droughts.

"We're seeing it happening all over the world. It's happening in most of the major aquifers in the arid and semi-arid parts of the world where we rely on those aquifers. But we're able to see now the impact we're having on this over exploitation," Famiglietti told Science Magazine.
.. il sistema di satelliti della NASA riesce a valutare la consistenza degli acquiferi sotterranei e lo scienziato che parla a Science Magazine dice che la riduzione degli acquiferi sta succedendo in tutto il mondo, in tutte le zone aride e semiaride del mondo che sopravvivono proprio con le riserve delle falde.

questo non vuol dire che in altre zone del mondo, per gli squilibri che si creano, non venga invece a piovere di più... poi lamentatevi di popolazioni in fuga dall'Africa che si riversano sulle nostre coste (quelli che non si ammassano sul fondale mediterraneo, intendo)

PS: dice, "che cavolo centra questo con l'argento!?" .. tesoro, è per far entrare in testa ai più zucconi la limitatezza del nostro pianeta, un'isoletta in mezzo al vuoto cosmico, la SOLA isolletta che abbiamo, almeno sino a quando (?) non troveremo il modo di viaggiare a velocità prossime o superiori a quella della luce. Se arrivi a capirlo capisci anche tutto il discorso di base della limitatezza dlle risorse non rinnovabili, come per esempio argento ed oro .. e un po' tutti i metalli di base anche, tranne forse l'alluminio ...

fate conto che il nostro pianeta sia come la nostra casa, ma una casa in cui non può entrare niente ne uscire sostanzialmente niente ... bisogna fare con quello che si ha, i mobili li puoi spostare da una parte all'altra ma niente di più ... se bruci tutto devi aspettarti di soffocarti di fumo. Nun so se mme so spiegato ..

Nessun commento:

Posta un commento