Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

sabato 11 ottobre 2014

Durden: La Russia dedollarizzante paga un record di debiti

Certo che sti russi son strani... in un mondo affogato di debiti, loro, tz, li ripagano!

Zero Hedge - "De-Dollarizing" Russia Pays Down Near-Record $53 Billion In Debt In Third Quarter
Submitted by Tyler Durden on 10/10/2014

Nonostante la narrazione occidentale rassicurante sul fatto che la Russia sta subendo il colpo delle sanzioni e che e' sempre piu' isolata per le sue azioni in Ucraina, i dati piu' recenti suggeriscono qualcosa di diverso.

Per prima cosa le fughe di capitali sono molto rallentate nel terzo trimestre (da 23,7 mld di dollari nel secondo trimestre a 13 nel terzo), con settembre che ha visto dei flussi netti in entrata piuttosto che in uscita per la prima volta dal settembre 2013.

Secondo, l'attuale surplus commerciale e' ora significativamente piu' forte di quanto non ci si attendesse (11,4 mld contro 8,8 attesi), per via di un aumento dei commerci.

Terzo, e forse piu' cruciale, la Russia ha ripagato la bellezza di 52,8 miliardi di dollari di debito estero, con Putin che "dedollarizza" a ritmi record, riducendo il debito estero ai livelli piu' bassi dal 2012.

Come racconta anche Goldman, il commercio e le entrate sono migliorate ...
The current account balance for Q3 came in at a surplus of US$11.4bn, above consensus expectations of US$8.8bn and up sharply from a small deficit of US$0.7bn in Q3 2013.

On our estimates, on a seasonally-adjusted basis, this now puts the current account at 3.8% of GDP, up from a low point of 1% in Q2 2013 and 1.6% for the full-year 2013.

The improvement in the current account came from both the trade balance, where imports have contracted (due to slowing domestic demand and the weaker Ruble), and from the income balance.

In our view, the latter could be due to either cyclical or structural factors, which are difficult for us to pinpoint, but risks to our current account balance forecasts nonetheless remain to the upside.
E nel frattempo...
Net private capital outflows stood at US$13bn for the quarter, up slightly from US$10bn in Q3 2013 and similar to the pattern seen in Q2.

*RUSSIA 3Q CAPITAL OUTFLOWS SLOW TO $13B VS $23.7B OUTFLOW IN 2Q

*RUSSIA HAD $11.6B NET CAPITAL INFLOW IN JUNE: CENTRAL BANK

June was first monthly net inflow since Sept. 2013, according to central bank statement.
E per finire: la dedollarizzazione accelera, con la Russia che ripaga i suoi debiti esteri ad un ritmo che non si vedeva dai tempi del crollo Lehman...

Nessun commento:

Posta un commento