Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 11 agosto 2014

Simon Black da e sull'Ucraina: Dulce et Decorum est Pro Patria Mori

Qualche giorno fa Simon Black ha fatto un bellissimo podcast su un suo vecchio amore/odio, l’Ucraina - ed oggi la sua valuta, la Hryvnia, ha toccato nuovi minimi storici - che ha poi riassunto un po’ in questo post

Sovereign Man - 438 Ukrainian troops seek asylum in Russia; government passes ‘war tax’
by Simon Black on August 4, 2014 - Kiev, Ukraine

Non c’è niente di più permanente di una misura temporanea del governo, come dice il vecchio adagio.

Mi è tornato in mente quando questo weekend sono ritornato a Kiev da come il governo ucraino sta imponendo una serie di tasse “temporanee” per finanziare lo sforzo bellico. E oh, se hanno bisogno di soldi quelli del governo attuale ucraino!

Secondo fonti sia ucraine che russe alcune centinaia di soldati sono stati lasciati senza armi e munizioni e se la sono svignata passano il confine con la Russia. La fonte ucraina lascia intendere che si è trattato di una ritirata forzata perché erano rimasti accerchiati (e scappano in Russia? Er). Secondo la fonte russa invece i soldati ucraini cercavano protezione, senza dubbio stufi della guerra.

Così il governo ucraino è tutto indaffarato a cercare di tirar su 1 miliardi di dollari (un sacco di soldi da queste parti).

Hanno alzato le tasse sugli stipendi, le tasse sulle risorse naturali e persino le tasse sugli export agricoli. Ma anche se arrivano a raccogliere i soldi che cercano l’Ucraina e il suo governo sono in una bella stretta.

Negli ultimi mesi, anche prima che cominciassero tutti i tumulti, l’Ucraina è stata in un ciclo inflazionario. Sia i prezzi al dettaglio che i prezzi degli asset hanno preso a correre verso l’alto.

Ora sono entrati in un periodo di stagflazione. La valuta è entrata in caduta libera. La disoccupazione sta salendo. L’economia si sta contraendo (del 6% secondo le stime falsificate e rosee del governo). E l’inflazione è ad un folle 19% .. e aumenta.

La gente qui la stanno rovinando. E il peggio deve ancora venire.

Il sistema bancario è borderline con l’insolvenza. Il capo della branca locale di Citigroup ha detto che la percentuale di non-performing loans (i crediti bancari inesigibili) in Ucraina è superiore al 40%. E potenzialmente sino al 4% di tutti gli asset bancari sono bloccati in Crimea, che non si capisce se è ancora Ucraina o no.

Se il sistema bancario collassa (e molti qui sospettano che succederà), questo posto si sfalderà completamente. I prezzi degli asset collasseranno anche loro .. ma nonostante tutto i prezzi al dettaglio invece saliranno ancora più in alto.

Lo vedo già per strada: una quantità di negozi hanno chiuso, giovani disoccupati senza speranza vanno a zonzo per la città e si uniscono agli sforzi bellici… tutta la popolazione è stata mobilitata per supportare la guerra.

Ovviamente è fottutamente facile per i leader fare l’apologia dello spargimento di sangue quando il sangue da versare non è il tuo. La guerra può sembrare gloriosa solo se ne senti parlare sui giornali e per tv.

Ci sono un sacco di cose che vorrei dire … il solo modo è raccoglierli in un podcast, questo che segue, probabilmente il più emotivo che abbia mai fatto: dulce et decorum est pro patria mori


7 commenti:

  1. Raramente mi é capitato di leggere tante stronzate nello stesso articolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi domandavo infatti che ne avresti detto anche se non immaginavo che ti avrebbe preso così male.. ti prego, dicci perchè e percome sono tutte stronzate

      Elimina
    2. Niente? Eppure ci terrei e credo anche gli altri a sentire qualcosa da uno che di Ucraina ne sa parecchio.

      Una persona intelligente poi riesce a capire che io ho solo tradotto un articolo che mi pareva interessante. Non conoscendo per via diretta.. te l'ho già detto e lo ripeto, se ci scrivi tu un bel post su cosa succede davvero in UA io lo pubblico senzo indugio (oddio, se non mi devono mettere al gabbio al posto tuo per quello che scrivi! eh)

      .. quà ogni cosa che scrivi, anche se non scrivi tu ma semplicemente l'hai tradotta, c'è sempre qualcuno che s'incazza! .. ecccheppalle!

      Elimina
    3. Commento di Nuke The Whales (che mi pare ne sappia qualcosa di Ucraina visto che ci ha fatto anche dei post interi su RC) a questo post su RC:

      Nuke The Whales • un giorno fa
      Hai visto quanto è aumentata la benzina? Altro che inflazione al 16%,è quasi raddoppiata in pochi mesi...


      si inventa tutto Black? non è mica colpa mia se sta succedendo quello che succede, caro Burghy .... mah!

      Elimina
  2. La Crimea è ormai ucraina soltanto negli atlanti euro-americani, la situazione è chiarissima.
    Più interessante la questione del gas, parte del quale va in Italia. Qualche giorno fa l'Ucraina aveva minacciato, come sanzione alla Russia, di impedire il transito del suo gas. Qualcuno deve averle fatto notare che la brillante idea colpiva i suoi protettori molto più del suo nemico; allora hanno rinunciato, passando però a delle affermazioni alquanto fumose:
    http://www.reuters.com/article/2014/08/11/us-ukraine-crisis-gas-idUSKBN0GB1EW20140811
    Forse l'idea è di considerare il gas europeo da quando entra in Ucraina e poi di aumentare i diritti di transito (tanto l'Europa, a differenza della Russia, li paga volentieri) in modo da finanziare la loro catastrofe.
    Ospite Baltico

    RispondiElimina
  3. in Ucraina c'è bisogno di soldi......ma non c'erano lì le più belle donne del mondo ??!?!!??! è finito il mercato della "moglie russa"? hanno campato tanto sul "pelo" delle loro donne e ora non basta più??? poverini dev'essere triste risvegliarsi da quarant'anni di "magniaccismo" e scoprire che ti tocca lavorare....
    (Er , non c'è bisogno che pubblichi questa mia)
    Per quanto riguarda BURGHY: perdonalo! il caldo talvolta spiega tutto.

    RispondiElimina
  4. be', che l'ucraina sta collassando/collassera' e' evidente, ha le spese di guerra e oltretutto prima campava con i sussidi di Mosca.....si sono messi completamente nelle mani dei tedeschi e degli usa, peggio per loro (anche se va detto che come sempre la maggior parte della gente non ha colpe)...colgo l'occasione anche se non c'entra, per postare un semplice ed efficace post di cobraf http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topic_id=5541&reply_id=123560148&topicGroupID=1
    cachafaz

    RispondiElimina