Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 6 agosto 2014

Gli oligarchi russi mettono i soldi in Dollari di Hong Kong per evitare le sanzioni

 
Come diceva anche Simon Black l'altro giorno - Black: Pare proprio che Hong Kong sia sulla via di abbandonare il peg del suo Dollaro al Dollaro USA - il Dollaro di Hong Kong ha belle speranze di aumentare il suo valore se abbandonerà il peg col Dollaro USA ... ma quando alla de-Dollarizzazione vi voglio segnalare ancora la posizione di una vecchia volpe come Paolo Barrai di Mercato Libero, vedi in fondo al post

E ora arriva anche questa news:
Zero Hedge - De-Dollarization Continues: Russian Oligarchs Shift Cash To Hong Kong Dollars On Sanctions Concerns
Submitted by Tyler Durden on 08/04/2014 - Traduzione per ComeDonChisciotte di Bosque Primario

“Tenere i soldi in dollari di Hong Kong è sostanzialmente la stessa cosa che tenerli in dollari USA perché le due valute sono agganciate, ma per le aziende russe e anche molto più sicuro dal punto di vista delle sanzioni."

La scorsa settimana abbiamo notato una attività molto significativa da parte della autorità monetarie di Hong Kong per sostenere il cambio. Sembra che abbiamo trovato il motivo - è come una pistola fumante - per cui sono state costrette a farlo.

E' l'effetto di quello che sembra essere un altro contraccolpo provocato dalle sanzioni, gli oligarchi russi stanno de-dollarizzando e stanno mettendo i loro valori in contanti in Hong Kong Dollars.

Come scrive Bloomberg, varie entità russe hanno già spostato fino alla 40% della propria disponibilità in contanti sul HKD - il dollaro di Hong Kong. “ Tenere i soldi in dollari di Hong Kong è sostanzialmente la stessa cosa che tenerli in dollari USA perché le due valute sono agganciate" si legge su BofA di Vladimir Osakovskiy, che aggiunge "per le aziende russe e anche molto più sicuro dal punto di vista delle sanzioni."

Estratto da Bloomberg
OAO MegaFon (MFON), l'operatore wireless del miliardario Alisher Usmanov, ha dichiarato di aver spostato la sua consistenza di cassa in dollari di Hong Kong, una mossa che, si dice, stia per fare anche il gruppo OAO GMK Norilsk Nickel (GMKN), un grosso produttore di metalli, a causa delle sanzioni che U.S.A. e Europa stanno mettendo contro la Russia.

MegaFon ha deciso che, viste le perturbazioni sui mercati globali, manterrà circa il 40% del suo contanti in Hong Kong dollars- Ha ha detto il Chief Financial Officer Gevork, Vermishyan in una intervista telefonica - Il gruppo con sede a Mosca ha tradizionalmente tenuto la sua valuta estera contanti in dollari americani o in euro, a secondo delle convenienze della compagnia.

Anche Norilsk Nickel, il più grande produttore al mondo di nickel e palladio, ora ha messo una parte della sua disponibilità cash in dollari di Hong Kong, secondo quanto dicono due persone ben informate sulla situazione, che chiedono di restare nell'anonimato, in quanto questa informazione non è ancora ufficiale.
Il dollaro di Hong Kong dollar è legato al dollaro U.S.A dal 1983, e la sua fluttuazione sulla moneta americana, da allora non ha mai superato l'1,00% .....
“Tenere i soldi in dollari di Hong Kong è sostanzialmente la stessa cosa che averli in dollari americani per effetto dell'ancoraggio tra le due valute” ha detto Vladimir Osakovskiy, Chief Economist della rappresentanza russa della Bank of America Corp. “E ... in effetti, per le compagnie russe è molto più sicuro dal punto di vistadelle sanzioni.”



Siccome presento un bel po' di articoli sull'abbandono del Dollaro come valuta di riserva planetaria dopo 70 anni di dominio incontrastato, ci tengo a ripetere che questo non vuol dire che nel breve o nel medio periodo il dollaro dovrà crollare! Tutto può succedere, specie una fuga da tutti gli asset e un rifugio globale nel King Dollar, nella liquidità, come quella che credo stia avvenendo ora (oltre all'euro debole). I miei post non vanno assulutamente presi come consigli di trading!! per questo vi voglio ricordare ancora una volta quello che dice una vecchia pellaccia come Barrai, che anche oggi ribadisce che:
(…) e ricordatevi del dollaro... e di coloro che vi raccontano la storiella della dedolarizzazione che porta a un crash del dollaro...

noi crediamo che la dedolarizzazione portera' a un minor numero di dollari in circolazione (che avevano favorito le multinazionali americane. tenendo un dollaro debole) e quindi ci attendiamo un forte recupero del biglietto verde e un euro sempre piu' debole...con una Deutsche Bank alla rovina.. date un'occhiata alla quotazione della banca fallita tedesca oggi..

ma chi e' quel coglione che ha i risparmi in quella banca tedesca...
Come sia possibile che se nessuno li vuole i Dollari SCOMPAJANO dalla circolazione io non lo capisco, lo ammetto tranquillamente ... ma in questo mondo di finanza stile gioco di prestigio ne abbiamo viste di ogni quindi..... e non disprezzerei per niente l'esperienza di Barrai! Memento Quod Barrai Dixit !! :D

Nessun commento:

Posta un commento