Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 18 luglio 2014

SNL Lancia l'Allarme sul Drastico Calo di Scoperte di Nuovi Giacimenti Auriferi

MineWeb - SNL Points To Drastic Fall In New Gold Discoveries
La ricerca punta al drammatico calo di scoperte di nuovi giacimenti auriferi, ben al di sotto della domanda attuale. Questo avrà un impatto significativo sull'offerta di oro in futuro.
Author: Lawrence Williams - Posted: Friday , 18 Jul 2014

London (Mineweb) - La SNL Metals & Mining è oggi uno dei principali fornitori di informazioni statistiche avendo assorbito negli ultimi anni l’altamente rispettato Metals Ecomomics Group, con quartier generale ad Halifax, Nova Scotia, e la Australiana Intierra, che a sua volta aveva precedentemente assorbito lo svedese Raw Materials Group.

Il suo ultimo importante report è intitolato Strategies for Gold Reserves Replacement – Strategie per il Rimpiazzo delle Riserve Aurifere - ed è centrato su dati di importanza capitale che influiranno sulla produzione mondiale di nuovo oro minerario negli anni futuri (“way into the future”. Lascia intendere parecchi anni. Er).

Il report punta l’attenzione sul fatto che durante gli ultimi 24 anni la compagnie minerarie hanno scoperto qualcosa come 1,66 miliardi di once d’oro in 217 siti principali MA – ed è un grande MA – anche se questo può sembrare un grosso numero, nello stesso arco di tempo questa industria ha prodotto 1,84 miliardi di once d’oro e quindi le scoperte di nuovi giacimenti non è riuscita stare al passo con la produzione (e quindi la domanda. Er).

Il report va molto oltre nel mostrare che il numero di scoperte significative di nuovi giacimenti (definite come scoperte di depositi con un minimo di 2 milioni di once) sta diminuendo e questo trend calante sembra ora accelerare.

Negli anni ’90 del secolo scorso sono stati scoperti 124 depositi contenenti 1100 milioni di once d’oro mentre a partire dall’anno 2000 questi numeri sono scesi a 93 nuovi depositi scoperti e contenenti solo 605 milioni di once (quasi la metà! Er). E le scoperte significative più recenti pare che si siano ridotte ad un ruscelletto.

Per di più il report nota che la quantità di oro potenzialmente prodotto in queste nuovi giacimenti è particolarmente preoccupante specie se si guardano in prospettiva le scoperte fatte negli ultimi 15 anni. Assumendo un tasso di conversione del 75% fra risorse e riserve economiche (si suppone che solo un 75% del metallo presente nel sito sia abbastanza concentrato e poco profondo da essere effettivamente economicamente raggiungibile ed estraibile. Er) ed un tasso di recupero del metallo presente nella roccia del 90% (un po’ di metallo sfugge ai processi meccanici e chimici che vengono usati per estrarre effettivamente il metallo dalla matrice rocciosa e finisce in discarica insieme al resto delle rocce polverizzate e lavorate. Er) i 674 milioni di once d’oro scoperte a partire dal 1999 potrebbero rimpiazzare solo circa il 50% delle once d’oro prodotte effettivamente nello stesso periodo.

Come se non bastasse molti di questi depositi presentano criticità di vario tipo - come per esempio problemi politici, ambientali ed economici - e quindi oltre ad un 75% di tasso di conversione delle risorse in riserve ed un forse ottimistico tasso del 90% di recovery metallurgica, la quantità di oro veramente disponibile per la produzione nel prossimo futuro sarà quasi certamente MOLTO MENO DELLA META' di quello che viene prodotto attualmente.

Nessun commento:

Posta un commento