Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 30 luglio 2014

Continua il Tapering della Fed, siamo a "solo" 25 mld di dollari al mese di "aiuti all'economia"


PIL del Mondo 1960-2014 - Fonte: World Bank

Continua il tapering della Fed, la riduzione di "aiuti all'economia", come li chiamano il Sole24Ore e la Stampa. Siamo arrivati a "solo" 25 miliardi di dollari al mese dagli 85 dei tempi d'oro di Benny Boy Bernanke. In realtà sono soldi che la Fed stampa di fresco e li usa per lo più per comprarci debito del governo a stelle e strisce .. chiamali aiuti all'economia! Infatti negli ultimi anni si sono arricchiti sempre più i già ricchi e le classi medie si sono generalmente impoverite, in un po' tutto l'occidente.

Fartto sta che dopo lo scivolone del PIL USA a -2,1 nel primo trimestre ora l'economia USA sarebbe a +4% nel secondo trimeste. L'inflazione è sopra quel 2% sotto il quale la Fed vede nero e la disoccupazione pare cali (anche se magari poi sono posti da friggitore di patatine da McDonald o da cassiera stagionale al WalMart.

Come sperava Dragni l'euro si è indebolito un po' e il dollar index è in salita a 81 e rotti, come sperava Barrai credo, alla faccia della de-dollarizzazione.

come scrive La Stampa:
L’aspettativa di una stretta monetaria da parte della Federal Reserve nei confronti di un’economia che a questo punto è in pieno boom ha fatto risalire i rendimenti del T-bond decennale sopra il 2,5% (e a questo può notare che il Btp italiano, in una situazione economica generale praticamente opposta, con l’attuate 2,6% è praticamente allineato).
ma come è cresicuta l'economia USA?
Se si parla di esportazioni sono quelle americane ad andare forte, mettendo a segno nel secondo trimestre un +9,5%
eh? e che hanno esportato da segnare un +10% in pochi mesi? non lo shale oil per quel che so.
Quindi la crescita del Pil non è dovuta solo ai consumi interni.

Il 2,3% di inflazione negli Usa è da confrontare con lo 0,28% dell’Italia. In Germania oggi sono stati diffusi i numeri dell’inflazione che arretra allo 0,8% ma resta quasi il triplo di quella italiana. È un paradosso: i tedeschi hanno l’ossessione dell’inflazione mentre gli italiani sono abituati (storicamente) a cavalcarne l’onda. Ma il recente capovolgimento di prospettive non è dovuto a una riscoperta virtù italica ma alla stasi economica che in Italia uccide i consumi e i prezzi.
a proposito di PIL vi voglio segnalare questo grafico di Google sul PIL mondiale negli ultimi decenni:



quant'è aumentato da quando siete nati voi? E come sarebbe questa curva considerando anche le varie inflazioni del mondo?

ma mettiamo in relazione i metalli preziosi col tapering. E' iniziato alla fine dell'anno scorso. Ecco le performance YTD dei futures FinViz:


buffo no? Silver +6,6%, gold +7,8% ... fortuna che dovevano crollare quando la Fed avesse smesso di stampare ... si vede che avevano già scontato tutto prima dell'inizio del tapering.

Nessun commento:

Posta un commento