Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 14 luglio 2014

2166,3 miliardi di euro di debito pubblico, nuovo record!

Fonte: SoldiOnline

Mercato Libero - I campioni del mondo siamo noi! Nuovo record: 2166,3 miliardi di euro di debito pubblico! Prossimo target rapporto debito/PIL al140%
Di Paolo Barrai, 14 luglio 2014

I campioni del mondo siamo noi !!! nuovo record 2166,3 miliardi di debito !!! ottimo, prossimo target 140 rapporto debito/pil

Quando Berlusconi fu cacciato (novembre 2011) il debito era pari a 1850 miliardi. Non ci sono dubbi che l'aumento della tassazione non ha avuto effetti positivi: infatti in 31 mesi il debito e' aumentato di 310 miliardi, al ritmo di 10 miliardi al mese.

E non sono bastati i tassi di interesse bassi (anche se l'effetto tassi bassi avra' un impatto nei prossimi anni) per ogni euro di tasse in più ormai c'e' un euro e mezzo di pil in meno (lo dice il fondo monetario internazionale) e quindi 0.75 euro di entrate in meno. Il che significa che per ogni euro di tasse in piu' il debit /pil peggiora in quanto il pil scende di piu' di quanto salgano le entrate tributarie che migliorano solo della differenza tra l'euro di aumento e la perdita di 0.75% euro causato dalla discesa del pil. Sono ben 20 i miliardi di nuovo debito fatti in un solo mese dallo stato italiano.

Le disponibilita' liquide del tesoro, a onor del vero, hanno raggiunto la cifra mostruosa di 92,3 miliardi. Sono le cosidette scorte (e le scorte si fanno quando i tempi futuri si prevedono magri..). E' anche vero che 92 miliardi di scorte costano (con questi tassi) circa 1,5% per anno, ovvero poco piu' di 1,3 miliardi di euro .. ma di questi tempi non sono proprio noccioline ...

L`incremento del debito, spiega Via Nazionale, riflette per 5,5 miliardi il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e per 14,9 miliardi l`aumento delle disponibilità liquide del tesoro (pari a fine maggio a 92,3 miliardi; 62,4 a maggio 2013). Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello stato sono state a maggio pari a 31 miliardi, in aumento del 2,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2013. Lo comunica la Banca d'Italia.

Beh, quella che pare una buona notizia...in realta' e' una pessima notizia...infatti l'aumento delle entrate con un pil fermo .. non vuol dire altro che un aumento della pressione fiscale e quindi un peggioramnto del tenore di vita..

Tuttavia nel commento finale si legge che: tenendo conto di una disomogeneità nella contabilizzazione di alcuni incassi, le entrate tributarie sono aumentate solo lievemente.

i campioni del mondo di debito siamo noi... presto ci chiederanno i denti d'oro per ripagarlo...

... leggi tutto su ML

Nessun commento:

Posta un commento