Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 23 giugno 2014

TTIP - Transatlantic Trade and Investment Partnership - la pubblicità RAI

Da Wiki:
Il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (in inglese Transatlantic Trade and Investment Partnership, abbreviato TTIP; altrimenti conosciuto come Transatlantic Free Trade Area) è un proposto accordo di libero scambio tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti. I proponenti sostengono che l'accordo sarà causa di crescita economica per i paesi partecipanti [1], i critici sostengono che questo aumenterà il potere delle multinazionali e renderà più difficile ai governi il controllo dei mercati per massimizzare il benessere collettivo [2]. Il governo statunitense considera il TTIP come un accordo che accompagna un altro proposto trattato, conosciuto come Trans-Pacific Partnership [3]. Dopo la divulgazione di una bozza della proposta nel Marzo 2014 la Commissione Europea ha lanciato un giro di pubbliche consultazioni su una serie limitata di clausole.

La bozza contiene limitazioni sulle leggi che i governi partecipanti potrebbero adottare per regolamentare diversi settori economici, in particolare banche, assicurazioni [4], telecomunicazioni e servizi postali [5]. Qualsiasi entità economica privata, se espropriata dei suoi attuali investimenti, avrebbe diritto a compensazioni a valore di mercato, aumentate di interesse composto [6]. Sarà ammessa la libera circolazione dei lavoratori in tutte le nazioni firmatarie [7], ed è stato proposta l'ammissibilità, per le entità economiche private, di muovere azioni legali contro i governi in presenza di violazione dei diritti [8].

Tutto bello? No problem? Convinto che sia un passo per "modernizzarci", liberarci di politici corrotti e burocrazie? Non sarà che invece cadremo dalla padella nella brace?

Comunque non è roba da discutere, in tv e nei giornali, c'è solo da gioire alzando le mani al cielo e ringraziare. Questa e la nostra democrazia. E chi osa dire qualcosa è solo un complottista, un antistorico coglione no-global ... un maledetto comunista del cazzo!

Non ho nessun dubbio che i nostri "Democratici" voteranno al 100% per questo altro bel passo avanti di globalizzazione e liberismo. Come dissero per l'euro 15 anni fa: "sarà bellissimo, vedrete!" ... non c'è bisogno che tu ne discuta, abbiamo già visto e approvato noi, è tutto ok, fantastico. QUI la pubblicità sul sito del "servizio pubblico"  RAI.


6 commenti:

  1. Tv DI STATO, che ti aspetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porca troja, mi aspetterei che uno stato pensasse a proteggere i suoi cittadini .. invece mi pare che siano tutti APPECORATISSIMI ai poteri forti internazionali.

      Ma l'avete capito che significa il TTIP? Che se una multinazionale vuole fare i cazzi suoi a casa nostra, beh, decide lei, col TTIP UNA MULTINAZIONALE POTRA' FARE CAUSA DIRETTAMENTE AD UNO STATO SOVRANO (per ora doveva farla fare al suo stato di sede) ... le implicazioni sono potentissime, che so, la Monsanto che fa causa all'Italia perchè non accetta OGM, se anche la gente votasse che non li vuole, t'attacchi al cazzo, decide la Monsanto che cazzo devi fare. E così con tutto. Zitto zitto, dipinto come bellissimo libero commercio e magnifiche sorti e progressive, la stanno ancora una volta e di più mettendo in culo alle democrazie.

      Si, certo, no problem. Se a sodomizzarti è uno stato, urla e ribellione, ma se è una multinazionale.. oh! è dolcissimo! E' libero mercato baby, è fantastico!

      E questo che intendo quando parlo di avere dei paraocchi ideologici.

      Elimina
  2. ero in coda dal medico e mi è capitato di leggere un interessantissimo articolo sulle pagine del settimanale l'internazionale n. 1048 (anche se è un allegato pesante posso eventualmente reinviarlo perchè l'ho scansionato, non l'hai aperto) dal titolo " la legge delle multinazionali" a firma Kohlenberg, Pinzler, Uchatius Die Zeit Germania del 24 aprile 2014.

    in questo interessantissimo articolo con dovizia di particolari vengono svelate dal diretto interessato, tale Selvyn Seidel le commistioni governi/multinazionali, in ordine a rapporti commerciali privilegiati.ha ricevuto per tali servigi addirittura un eccelso riconoscimento :il Lawyears award 2013 a suggellare i suoi successi a favore delle multinazionali.e del suo portafogli.

    in altri termini questo signore cura già gli interessi delle multinazionali contro i governi che non dovessero inquadrarsi/inchinarsi al loro volere/profitto attraverso la promulgazione di leggi capestro ad hoc; se vince, e pare che vinca sempre, la sua parcella è altissima; un esempio? il governo tedesco è alle prese con la...." Vattenfall causa Icsid - Case Arb /12/12"..."il motivo del contendere è la rinuncia della Germania al nucleare che ha costretto il gruppo svedese produttore di energia elettrica a chiudere le centrali nucleari che gestiva a Brunsbuttel e Krummel". Vattenfall chiede un risarcimento danni di oltre 4 miliardi di €.

    l'articolo aiuta a comprendere anche come il Ttip, l'accordo capestro che sancisce definitivamente lo strapotere delle multinazionali americane in occidente, sia un piccolo corollario e non l'accordo di base.

    mi chiedo cui prodest approvare queste porcherie.visto il post successivo la risposta è alla portata di tutti.

    altri esempi : philip morris Vs Australia, Deutsche Bank Vs Sri Lanka: quando pensano che una legge li danneggi i grandi gruppi industriali fanno causa agli stati. e vincono sempre.

    i motivi insistono nella composizione dei tribunali, specie quelli arbitrali, che sono davvero ridicoli.

    per converso, i paesi BRICS stanno costituendo un omologo mercato internazionale degli scambi con base monetaria in oro regolamentato da un omologo trattato.
    per esempio:
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13529

    saluti T.S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Internazionale è una delle poche pubblicazioni in italiano che vale la pena comprare

      Elimina
  3. http://www.inminds.co.uk/boycott-brands.html

    http://www.caseyresearch.com/cdd/the-federal-reserves-secret-piggy-bank

    boicottare i prodotti americani??? oh yeah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, boicottare.... quando hai il 90% della gente assopita, distratta, illusa, tonta, che vuoi boicottare!? Siamo 4 gatti che ci facciamo questi problemi. Niente, il mondo va così e non ci potremo fare nulla. Almeno, però, essere coscienti di quello che succede!

      Probabilmente le democrazie occidentali non sono mai state tali, sempre, ovunque, hanno dominato e dominano delle elite economiche che si comprano la politica, ma almeno, negli ultimi decenni, i governi si sono preoccupati almeno un po' dei propri cittadini (o servi se vuoi), del "sistema paese", di essere indipendenti potendo, almeno un po': oggi NO, non gliene frega più a nessuno del sistema paese e dei popoli se non per grantire che il paese e la gente ripaghi gli investitori internazionali (!!!)

      per questo trovo spesso un po' subdoli tutti i discorsi di "libero mercato", di "liberismo", ecc... il colmo poi è che in Italia i paladini della nuova religione imperante (dal crollo del muro di Berlino) siano i pidini che passano per essere di sinistra.

      Le multinazionali pagano un cazzo di tasse, fanno i cazzi loro, possono piegare stati e democrazie intere (vedi proposta TTIP) e deve tutto andare bene perchè "che bello che è il libero mercato"? .... è un curioso mondo: liberi loro e noi sempre più chiusi in un recinto, a pagare tasse per arricchire la finanza che ha in tasca il debito .... finanza che intanto va, a tiramento di culo, a spostare finanziamenti e fabbriche in Polonia, per dire, e lascia qui disoccupati sempre più impossibilitati a pagare il debito ... tutto bello? tutto bene? E' il libero mercato, è bellissimo!

      80 mld/anno di soli interessi sul debito: sono 1.700 euro che ogni italiano adulto deve dare ogni anno alla finanza perchè "il mercato lo vuole"... e solo di interessi sul debito! .. non so, tutto bene? tutto giusto? ma 'ndo annamo?

      Elimina