Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 20 maggio 2014

Durden: La Cina firma un accordo commerciale con una delle più grandi banche russe, VTB, per pagamenti Non-Dollar

Ottimo "Bosque Primario", mi ha battuto sul tempo nel tradurre questo post di Tyler .. grazie!

Continua, passin-passetto, la lunga marcia per abbandonare il dollaro come base dei commerci mondiali che va avanti dal 1944 ... 

Submitted by Tyler Durden on 05/20/201, traduzione di Bosque Primario di Come Don Chisciotte

Lentamente - ma inesorabilmente - l'egemonia del DOLLARO si sta incrinando, sia per le gaffe in politica estera, che per le troppe linee-rosse oltrapassate, sia per la fragilità economica. Tuttavia, già il 1° giorno di Vladimir Putin in Cina, appare chiaro quanto le due nazioni siano più vicine che mai. La VTB - una delle più grandi Banche russe - ha firmato un accordo con la Bank of China per chiarire i pagamenti tra i due paesi nelle rispettive valute nazionali, senza dover più ricorrere ai Dollari USA per "investimenti bancari, prestiti interbancari, operazioni finanziarie e operazioni sul mercato dei capitali". Kirill Dmitriyev, il Capo del Fondo per gli Investimenti Diretti Russi ha dicharato "insieme sarà possibile discutere di investimenti in vari progetti in modo più efficiente e più chiaro", così la locomotiva russa continuerà la sua corsa in Asia.

Come annuncia RT, Il primo giorno di Putin è andato bene ...

La VTB, la seconda banca russa, ha firmato un accordo con la Bank of China, che prevede una clausola per il pagamento dei debiti reciproci nelle rispettive monete nazionali.

Con questo accordo, le banche si ripromettono di sviluppare un partnariato in molte aree commerciali, inclusa la cooperazione con pagamenti in Rubli e Yuan Renminbi, negli investimenti bancari, nei prestiti inter-bancari, nella finanza commerciale e nelle transazioni sui mercati di capitali” - questa la dichiarazione ufficiale della VTB.

L'accorso sottolinea inoltre l'interesse del VTB Group ad una sua crescita sui mercati asiatici e servirà a rinforzare l'intersacambio commerciale tra Russia e Cina che già sono partner commerciali molto vicini, come ha dichiarato Vasily Titov, membro del CDA della VTB Bank.

Ma non si tratta solo dell relazioni interbancarie...

Nel primo giorno di un viaggio di due giorni in Cina il Presidente russo Vladimir Putin ha detto che i due paesi daranno un impulso ai loro commerci bilaterali fino a raggingere un nuovo livello.

I nostri paesi hanno fatto un lavoro enorme per raggiungere un nuovo tragurdo storico … la Cina si è fermamente attestata nella sua posizione di nostro partner commerciale chiave” ha detto Putin che ha aggiunto che il giro di affari tra Russia e Cina è aumentato di almeno il 2% durante il 2013, arrivando a circa 90 miliardi di dollari.

Se continuiamo a questo ritmo, il livello del commercio bilaterale arriverà a $100 miliardi per il 2015 e noi siamo sicuri di andare in questa direzione” ha detto Putin.

Un aumento della cooperazione è cruciale per gli investimenti, ha aggiunto Putin.

Insieme c'è la possibilità di discutere di investimenti su vari progetti più efficientemente e più chiaramente” come si legge sull'Interfax di Kirill Dmitriyev, Capo del Fondo Investimenti Diretti russi.
---

su Bloomberg invece, nello stesso momento, tirano fuori Mao e Stalin ...


China, which relied on Soviet aid during the era of Joseph Stalin and Mao Zedong, has turned the tables as Russian President Vladimir Putin visits Shanghai.

The Russian leader starts a two-day visit to China today, seeking to complete an agreement on natural gas supplies to the world’s second-largest economy, held up for more than a decade because of a debate over the price. The contract is “nearly finalized,” Putin told Chinese media in an interview published yesterday.

Putin is looking to cement ties with China as the conflict in Ukraine alienates him from the U.S. and its European allies. The relationship with China, Russia’s biggest trading partner after the two-way volume surged sevenfold in the past decade to $94 billion last year, is becoming even more important as escalating sanctions threaten to tip the economy into recession.

... e non dicono niente sull'accordo bancario di cui al post di ZH, in compenso dicono che è fallito anche stavolta l'accordo da 400 mld sul gas:


The presidents of China and Russia failed to sign a $400 billion gas supply deal at a meeting yesterday in Shanghai, prolonging negotiations that started more than 10 years ago. ...

2 commenti:

  1. Pagheranno a caro prezzo la loro stupidità nell' abbandonare il Dollaro Americano (usd), quando capiranno che il dollaro non è la divisa statunitense ma bensì la valuta che possiede gli stati uniti e mezzo mondo, pagheranno molto cara questa scelta.

    RispondiElimina