Argento MetaFisico

Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 10 dicembre 2018

Bloomberg: L’industria dell’oro sudafricana entra nella fase finale della propria lenta morte


Bloomberg - South African Gold Industry Enters Final Phase of Slow Death
The nation’s 130-year-old gold industry -- which has produced half the bullion ever mined on Earth -- is locked in the final stages of a decades-long death spiral. Most of South Africa’s gold mines are unprofitable at current prices.
In rosa il prezzo attuale dell’oro e accanto gli AISC (i costi tutto-compreso di estrazione del metallo giallo) delle varie miniere del paese. Aggiungi scioperi su scioperi e la frittata e’ fatta.

Bloomberg ci ricorda che le miniere sudafricane hanno prodotto, negli ultimi 130 anni* la meta’ di tutto l’oro mai estratto dall’uomo sul pianeta terra (!).


* A un certo buon punto si esauriranno anche 'ste miniere, o sono come campi di meli che ad ogni stagione fioriscono e riproducono frutti? ;)


Un paio di articoli rialzisti sull'oro

Post super bullish sull’oro. Secondo questi nei prossimi 50 gg l’oro balzera’ sopra la resistenza che regge da 5 anni (sui 1360-1380 dollari l’oncia):


MSA Research (Zero Hedge) - "Gold Will Take Out 5 Years of Highs in 50 Days [If this week closes out above $1237 (spot)]"

.. se la settimana si chiude con l’oro sopra quota 1237.

https://www.zerohedge.com/news/2018-12-09/gold-will-take-out-5-years-highs-50-days-msa-research
---

Anche su Bloomberg articolo bullish sull’oro relativamente alla stagionalita’:


Bloomberg - Gold Plows Toward Its Strongest Season
(...) Gold miners with highest leverage to gold-price changes include New Gold Inc., Kinross Gold Corp., Agnico Eagle Mines Ltd. and Detour Gold Corp., according to Parkin. 
Looking at their average returns during January and February since 2009, shows that cumulative gain would have been around 35 percent, according to data compiled by Bloomberg.
https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-12-05/gold-plows-toward-its-strongest-season-as-global-markets-waver

Addirittura danno i nomi delle compagnie minerarie qui sopra come “giocata” vincente (avrebbero guadagnato mediamente, fra gennaio e febbraio di ogni anno, un 35% complessivo dal 2009 ad oggi. Ok, in un decennio non che sia chissache’.


Global Compact, Esercito europeo ... prove tecniche di dittatura?


No, ma bellissimo. Il Global Compact on Migration prevede persino venga sostanzialmente vietata ogni possibilita’ di criticare le migrazioni. Proibita ogni critica, opinioni dissonanti dipinte sempre e comunque come “linguaggio d’odio”. Ma pazzesco.



Le migrazioni sono robba bella, senza se e senza ma. E se non sei d’accordo sei da galera o peggio (TSO.. come sotto il nazismo, che dava del “matto” a chi non era d’accordo, ai dissidenti politici. Non so se vi rendete conto.)

E che dire di quest’altra, sul costruendo (?) esercito europeo?


c) Per reprimere (...) una sommossa o un’insurrezione. 

... tipo i cittadini europei che protestano per le misure prese, ogni riferimento alle vicende francesi (e non solo) di questi giorni e’ puramente voluto.


No, ma va tutto bene, che belle UE e ONU. 

Abbiate paura di Putin, che anche la rivoluzione in Francia l’ha organizzata lui (!!! stanno dicendo persino questo ora! La faccia come il culo, ma veramente, senza vergogna). 



"Pubblicita’ Progresso” dell’UE su twitter

No, ma leggetevi i commenti a questo tweet pubblicitario (paghiamo noi, tranquilli) dell’UE (su twitter e’ pieno). Cliccateci sopra e scorrete verso il basso per i commenti dopo il salto si twitter. Ce ne fosse UNO che non li manda in qualche modo a fare in culo :D



---



Mah. Se lo dice l’ANSA (fra i fondatori, nel dopoguerra, anche babbo del Mieli televisivo) ... 

Cardini - Le contraddizioni dell'antifascismo


Gustosissimo lo storico Franco Cardini. Quanti spunti. Dal minuto 41:00.





domenica 9 dicembre 2018

BullionStar: Gold Market Charts, November 2018


Una vagonata di grafiche aggiornate sull’oro su BullionStar. 

BullionStar - Gold Market Charts: November 2018 
https://www.bullionstar.com/blogs/gold-market-charts/gold-market-charts-november-2018/

I cinesi non hanno mai smesso di comprare da quando i prezzi sono scesi nel 2013, anche se in maniera un pelino meno frenetica del 2013-2015:



I russi continuano ad accumularne al ritmo di anche decine di tonnellate al mese (secondo me viene quasi tutto dalle miniere del paese, quindi relativamente poco impatto sul prezzo globale, sul mercato globale e’ come se non esistessero queste produzioni):



Un pajo di grafiche sulla situazza a Londra, all'LBMA (London Bullion Market Association, storicamente mercato principale mondiale, sino a pochi anni fa e alla nascita dello Shanghai Gold Exchange, SGE).

A Londra, alla Bank of England, ci sono ancora 1407 tonnellate di oro di altre BC ..


.. ma quelle 3779 tonnellate non sono della Bank of England, visto che: 


Restano famose le vendite di oro fisico ai minimi storici nel 2000 circa da parte del governo Brown... il famoso Brown’s Bottom (il culo di Brown? ;D). Alla BoE c’e’ un sacco di oro di altri, probabilmente anche di ETF vari.

E’ sempre rimasto molto opaco il mercato dell’oro, specie quello di Londra (alla faccia delle tante dichiarazioni degli ultimi anni sul voler diventare trasparente e bla, bla, bla..). Come sappiamo sono solo pochi anni che non si fissa il prezzo due volte al giorno negli scantinati Rothschild, pero’ BullionStar a scritto molto su come le cose sono bel lungi dall’essere chiare. 


Nonostante il “crollo” del prezzo dell’oro nel 2013 non siamo poi cosi’ lontani dai massimi storici di oro negli ETF vari (anche come prezzo, in tantissime valute, anche forti come l’Euro... per non parlare del prezzo nelle valute di Argentina, Messico, Russia, Turchia, Iran, Giappone, Australia, ecc, ecc.)

...

Kimble: Argento ad un punto storico. Rompera’ verso l’alto o verso il basso?



Qui si domandano da che parte rompera’ l’argento.. beh, minghia, spero proprio verso l’alto! Gia’ fra Silver e Platinum stanno facendo a gara a chi fa piu’ skifo...

Durdens: Un pajo di news recenti sull’eroico Soros


Notiziole che non arrivano sui meRdia:


Zero Hedge - Soros Fined By Hong Kong Over Naked Short Sales
Soros Fund Management, the Hungarian billionaires' $25 billion family office, was fined $200,000 by a securities regulator in Hong Kong over its aggressive 'naked shorting' of a locally listed company.
https://www.zerohedge.com/news/2018-12-06/soros-fund-management-fined-hong-kongs-sfc-over-naked-short-sales

Soros multato a Hong Kong per vendite allo scoperto. 

Pensa, da noi invece, dopo che costrinse BankItalia a bruciare tutte le sue riserve valutarie estere per difendere lo stretto range di variazione della Lira nello SME (il proto-euro.. assurdo sin da allora), la mia Alma Mater Studiorum gli diede anche una bella laurea Honoris Causa (vomito). Potere del Prode(i) & friends, i guess.

E pensare che per il caro speculatore-finanziere-squaloglobale-eroedellasinistra-vomito c’e’ la galera a vita in Indonesia e addirittura la pena di morte in Malesia. Cosi’, solo per dirne un pajo. 

---

Zero Hedge - After Giving $15 Million To Soros Orgs, USAID Fires Half Of Its West Bank Staff
https://www.zerohedge.com/news/2018-11-25/after-giving-15-million-soros-orgs-usaid-fires-half-its-west-bank-staff

La USAID - (United States Agency for International Development - USAID), fondata nel 1961 su ordine esecutivo del Presidente USA John Fitzgerald Kennedy, è un'agenzia governativa statunitense per la lotta alla povertà globale e al fine di consentire alle società democratiche di migliorare le proprie potenzialità - dopo aver dato 15 milioni di dollari alle ONG di Soros nei soli ultimi anni di Obama, ora taglia i fondi ... al suo staff di aiuto ai palestinesi di Gaza e Cisgiordania. Come cantava Raul Casadei: “siiiiimpatiiiiia, siiimpatiiiiiiiia...”

Non vorrei dire ma se non ricordo male questa USAID era proprio quell’ “l’associazione benefica” in cui inizio’ la sua carriera di killer economico il nostro vecchio John Perkins ... ‘nuff said.


Bloomberg: Il Palladio e’ ora il piu’ prezioso fra i metalli preziosi



Guardando su Finviz non pare ma secondo Blommberg e’ gia’ un fatto acquisito che il Palladio e’ ora il piu’ prezioso fra i metalli preziosi:
Bloomberg - Gold Gets Leapfrogged as Palladium Extends Rally to Record Again
(...) Palladium for immediate delivery climbed as much as 2.4 percent to a peak of $1,261.80 an ounce, and was at $1,241.47 in New York, according to Bloomberg pricing. Spot gold was 0.1 percent lower at $1,236.69 an ounce.
(...) The cost to borrow palladium for a month was at a record 22 percent, more than seven times higher than the 10-year Treasury yield. 
Holdings of exchange-traded products backed by the metal are at the lowest since February 2009. 

.. Se stanno a svuota’ le riserve degli ETF su Palladio fisico...

Palladium’s deficit is set to widen to about 1.4 million ounces in 2019, adding to a shortfall of 1.2 million ounces this year, according to London-based Metals Focus Ltd. Supply is likely to remain broadly stable in 2019, while there will be growing demand from the automotive sector, according to Junlu Liang, a senior analyst at the consultancy. 

.. il deficit di palladio salira’ ancora nel 2019... eh si, quelli visti di recente probabilmente non erano i record storici definitivi, la corsa pare che continuera’. E si che solo nel 2016 era finito addirittura sotto quota 500 usd/oz (!).

Consumption of palladium in autocatalysts could rise in-line with the production of electric vehicles amid the global effort to cut emissions for cleaner air, Eily Ong, an analyst at Bloomberg Intelligence, said in a report. “The EU has a binding target of cutting emissions by at least 40 percent by 2030 from 1990 levels, while China aims for 26-28 percent cuts from 2005 levels,” she wrote.
https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-12-05/palladium-tops-gold-after-rally-driven-by-surge-in-global-demand

Il tutto perche’ il Palladio si usa nelle marmitte catalitiche dei motori a scoppio e con tutta ‘sta corsa a rendere meno inquinanti le emissioni, anche in Cina .... 


Armstrong: In Nord America e’ il novembre piu’ freddo da 50 anni


Armstrong segnala che nel nord-est degli Stati Uniti sono tre anni di fila che si registrano temperature sempre piu’ basse e innevamento sempre piu’ abbondante:

Armstrong Economics - Weather Channel Declares November Coldest in 50 years
The Weather Channel just declared that North America just had its most extensive November snow cover in at least a Half-Century. We really face Global Cooling as this is now the third winter which this is becoming the colder with each passing year. (...)

(...) From a timing perspective, if we see next year get colder than this year, that will CONFIRM this is going to get much worse before it will get warm again and that first uptick may not take place until 2026. The computer is showing a commodity rally will arrive after 2020.
https://www.armstrongeconomics.com/world-news/climate/weather-channel-declares-november-coldest-in-50-years/

Se l’anno prossimo sara’ ancora piu’ freddo, dice Armstrong, questo confermera’ che si va verso un Raffreddamento Globale* che peggiorera’ almeno sino al 2026. Il suo super-computer*** mostra una salita dei prezzi delle commodities (alimentari in primis, immagino**) a partire dal 2020.

Anche Armstrong e’ da mo che non disdegna di consigliare di farsi un po’ di scorta alimentare d’emergenza. Probabilmente non servira’ ma non si sa mai, meglio essere preparati. Con un po’ di attenzione non e’ poi ‘st’impazzimento (avendo almeno un po’ di spazio dove conservare le scorte).


* Sai che ridere se dopo decenni, ormai, di informazione mainstream che parla di Global Warming, arrivasse invece un raffreddamento globale? Come ce la racconteranno-racconterebbero? Che e’ colpa di Putin? Ormai non ne sarei sorpreso. Armstrong e’ da mo che dice che tutta la storia del riscaldamento globale e’ funzionale solo all’introduzione di altre tasse (e di speculazione da parte della finanza globale sui vari certificati “ecologici” che vengono scambiati) e devo dire che tutto il suo parlare di solar minimums, attivita’ solare, migrazione dei poli, ecc.. mi ha reso molto meno sicuro sulle cause antropiche del riscaldamento globale. Peraltro sono, da mo, convinto che se anche fosse nulla impedirebbe di andare avanti lungo la trajettoria ipotizzata. Nel senso che chi la va a dire a i miliardo di africani e a un miliardo e mezzo di indiani, ecc che non devono bruciare legna per scaldarsi l’inverno o per cucinare? O che non devono andare in auto a motore termico, ecc.? Si brucera’ tutto il bruciabile e amen, non ci credo neanche per sbaglio che nel giro di 20 anni tutto il mondo andra’ a rinnovabili.

** Come mostravo Art Berman parlava di picco dello shale USA solo fra qualche anno, tipo 2022-23, e solo dopo probabilmente vedremo i prezzi del barile salire veramente oltre la soglia di pericolo (cioe’ quel livello di prezzo che tagliera’ definitivamente le zampette a tutti i piu’ poveri del mondo, con problemi che altro che il riscaldamento globale: se si interrompono le filiere, per dire, che portano il cibo ai supermercati....) 

*** Alla fine mi sono sempre piu’ convinto che e’ piu’ probabile azzeccare delle previsioni su macro-trends che azzeccare delle mosse di mercato nel breve o brevissimo periodo. 

sabato 8 dicembre 2018

La vera auto ecologica del futuro

Comunque tutto sto parlare di auto ecologiche ... tho’! Eccola la vera auto ecologica:


.. e c’e’ anche la versione acquatica (innovazione high-teck dei geniali ingegneri romagnoli):


Dai, se l’auto elettrica la ricarichi con la spina ... da dove viene e come e’ stata prodotta quella energia (fra l’altro ogni passaggio da un tipo di energia all’altro perde una bella quota in attriti-dispersioni e cazzi vari)? Da fonti rinnovabili? Oggi come oggi poca, direi (a parte forse se sei in Danimarca). 

E comunque, anche se la ricarica avvenisse da fonti rinnovabili.. come e’ stata prodotta quell’auto? Con quali materiali e’ costruita la sua (grossa) batteria? Da dove viene tutto quel litio, quel cobalto, quel rame, ecc?


Mody: l’Italia ha bisogno di uno uno stimolo fiscale, aumentando lo spesa per evitare una “crisi inimmaginabile”


Occhi della Guerra - “L’Italia al centro dell’Eurotragedia” 
(...) Professor Mody, su Bloomberg ha detto che l’Italia ha bisogno di uno uno stimolo fiscale, aumentando lo spesa per evitare una “crisi inimmaginabile”. Che aspetto avrebbe questa crisi?

L’ultima retrocessione dell’economia italiana è iniziata a gennaio, quindi prima che ci fosse il nuovo governo. Già all’epoca, l’economia mondiale aveva iniziato a rallentare, così come quella italiana. La recessione economica aumenterà la differenza tra il Gdp [PIL, Er] e il debito pubblico, a prescindere da quello che farà il governo.
 
Il tasso di interesse che pagherà il governo, quindi, aumenterà, causando quello che in economia si chiama “doom loop”, un termine che si usa per descrivere un aumento del tasso di interesse del governo che crea perdite su quanto tengono le banche sul debito del governo. 
Per intenderci, una recessione in Italia è probabile indipendentemente da quello che succederà a Bruxelles o a Roma, semplicemente perché l’economia mondiale sta rallentando. 
Sarebbe, dunque, un errore seguire l’accordo originale tra la Commissione europea e quella del governo precedente, perché richiederebbe ulteriore austerity. Oggi, l’austerity non ha alcun senso perché se venisse attuata peggiorerebbe ancora di più la recessione, e si entrerebbe in un circolo vizioso. L’Italia ha bisogno di uno stimolo moderato all’economia per sopravvivere questa recessione inevitabile.
(...) 
 
leggi tutto qui: 

http://www.occhidellaguerra.it/mody-euro-italia/

Pensierino sulla rivolta dei gilet gialli. E anche uno su cos’e’ e a chi serve l’UE.


Avete visto che casino in Francia. Persino poliziotti che si levano l’elmetto per mostrare solidarieta’ coi manifestanti, Vigili del Fuoco di spalle alla presenza delle autorita’ al suono della marsigliese... cecchini di Macron sui tetti, studenti in fila al muro o in ginocchio .. robe che se le avesse fatte un Putin od un Salvino di turno apriti cielo, lo immaginate no come la avrebbero menata e continuerebbero a menarla per settimane e mesi sui maledetti fasisssti al potere, no?

Comunque volevo solo aggiungere una riflessioncina (per altro gia’ suggerita da Blondet se non erro) che mi e’ stata stimolata dalle ultime immagini viste da Parigi: ma sono quasi tutti esclusivamente bianchi i gilet gialli! Sparutissimi i geneticamente maghrebini o sub-sahariani. La cosa mi colpisce perche’ negli anni siamo stati abituati a vedere sommosse a Parigi piene di neri e nordafricani La riflessioncina quindi e’ questa, magari sbaglio: la classe media francese, di francesi veri, storici, se posso permettermi l'azzardo (:D) si e’ rotta anche i coglioni di essere tassata per pagare poi uno stato sociale che va ormai quasi esclusivamente a beneficio di immigrati e loro figli (sussidi, case popolari, esenzioni, ecc..). E il popolo delle banlieue, gli africani, qui non si e’ fatto vedere... quasi a suggerire (ma ho visto anche video in cui africani dicevano apertamente di voler supportare Macron) che potrebbero giocare un po’ il ruolo dei “pretoriani” di Macron. Sbaglio di molto? Sparo cazzate? Puo’ darsi. Ma se non mi sbaglio non e’ “splendido”? Gli immigrati come risorsa estrema del pupazzo dei banchieri. Da una parte i francesi, la massa dei francesi impoveriti e dall’altra gli iperbanchieri Attali e Rothschild e i loro scagnozzi vari e le masse africane. Ma merdaviglioso.

Comunque resta l’amarezza di constatare come noi italiani non siamo stati capaci manco di fare delle scoregge ai nostri svenditori e affamatori piddini, figurarsi una rivoluzione. 

Comunque .. com’era quella de “L’Italia malata d’Europa, possibile untrice (contagi)”, ecc, ecc? Da una parte hai la Germania con la sua bomba finanziaria termonucleare Deutsche Bank (anche nei giorni scorsi, dopo lo scoppio dello scandalo recicglaggio di denaro sporco per 150 miliARDI, ha raggiunto nuovi record minimi a 7,70. Stava a 35 euro ad azione 5 anni fa) piu’ tutto il resto (curiosamente (sarc) non “Censito” dalla BCE). Dall’altra parte una Francia messa cosi’. E questo sarebbe il “L'Asse Forte” de “Leuropa”. ‘Namo bbene.

Con ‘sta suituazza generale tragicomica fa veramente pena vedere il governo giallo-verde piegarsi, alla fine, ai delinquenti di Bruxelles sul gia’ ridicolo deficit al 2,4%. Specie coi segnali di recessione globale gia’ belli visibili, che suggerirebbero piuttosto la fine di queste pazzie isteriche tedesche sul debbbito pubblico e sull’austerita’.


---

Per chi non l’avesse ancora capito mi permetto di segnalare un inusuale articolo apparso sul Fatto (che di solito e’ iper-aderente alla linea “delle elite” quando si parla di politica estera e UE e globalizzazione)




https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/i-palazzi-del-potere-di-bruxelles-e-le-porte-girevoli/


Ve' Barroso, l’ex comunista-maoista (come il Conte Gentiloni Viendalmare), come s’e’ intrippato da quando - dopo esser stato presidente della Commissione Europea -  e’ andato a lavorare per Goldman Sachs ...




Saba: La rocambolesca definizione di signoraggio dei banchieri anarchici Il furto dell'oro e il problema psichiatrico della Banca d'Italia

Marco Saba. Blog pieno di spunti, vedere ultimo link.

Centrale Rischi Banche Blog - La rocambolesca definizione di signoraggio dei banchieri anarchici. Il furto dell'oro e il problema psichiatrico della Banca d'Italia
Penso che il problema sia trovare una definizione significativa del signoraggio. L'attuale definizione congegnata  dai banchieri centrali è assurda. Prendi il caso di un contraffattore. I contraffattori sono noti per vendere banconote false per una porzione del valore nominale. Dìciamo il 10%. Seguendo la definizione della banca centrale di signoraggio, il contraffattore perde il 90% sull'affare. Anche se il contraffattore vende le banconote alla pari, seguendo la definizione di signoraggio dei banchieri, non guadagna NESSUN profitto. L'unico modo per guadagnare un po 'di profitto (signoraggio) sarebbe se il contraffattore prestasse le banconote false a interessi! Solo allora, secondo la narrativa dei banchieri centrali, si può affermare che l'interesse ricevuto è il suo profitto nel business. Il pubblico è ingannato da questa storia del banchiere che guadagna solo dagli interessi ricevuti sui prestiti e non dalla creazione del capitale. Non è un problema di economia, è psichiatrico: fino a quando il pubblico crederà a questa assurda narrativa? I contraffattori, ovviamente, non sono filantropi: il loro guadagno è la differenza dai costi di fabbricazione del denaro e di ciò che ricevono in cambio del valore nominale integrale del denaro. Lo stesso vale per il denaro digitale: seguendo la narrativa dei banchieri, non ci sarebbe nessun miliardario nell'industria della valuta virtuale ! Perché ? Perché non prestano alcuna valuta a interesse! Vendono solo la valuta in cambio di moneta legale ... 
Infatti: "Quando la moneta è prodotta dallo Stato, è quest'ultimo che, spendendola ad esempio per acquistare beni e servizi, la mette in circolo nell'economia e realizza immediatamente il controvalore, al netto dei costi di produzione."
 - e ora, triplo salto mortale con piroetta: -  "Quando invece è la banca centrale a emettere le banconote (o, più in generale, la base monetaria, che include anche le riserve costituite dalle banche su conti presso la banca centrale), queste non sono spese in beni e servizi ma fornite alle banche commerciali, in forma di prestito, per le esigenze del sistema economico, o utilizzate per l'acquisto di attività finanziarie, come i titoli di Stato o le attività in valuta estera; al valore delle banconote, iscritto al passivo del bilancio della banca centrale, corrisponde quindi l'iscrizione di attività fruttifere nell'attivo del bilancio, che rendono un interesse. Perciò la banca centrale ottiene il signoraggio nel corso del tempo, come flusso di interessi sulle proprie attività fruttifere, al netto del costo di produzione delle banconote." - Banca d'Italia
 
https://www.bancaditalia.it/compiti/emissione-euro/signoraggio/index.html 
Quindi, in sostanza, un falsario guadagnerebbe solo se accoppiasse alla sua attività principale anche quella dell'usuraio il quale, tolte le sue "spese d'esercizio" dai soli interessi percepiti, rendesse la differenza allo Stato... Le attività fruttifere o finanziarie ottenute in cambio non rappresenterebbero un guadagno in conto capitale... 
Da qui a rubarsi tutto l'oro il passo è stato breve. 
Analoga descrizione qui:
"La banca, la moneta e l'usura - La costituzione tradita", del già procuratore generale  Bruno Tarquini, ed. Controcorrenter, 2010 - pagg.40-42
 
https://www.amazon.it/banca-moneta-lusura-Costituzione-tradita/dp/8889015799
https://centralerischibanche.blogspot.com/2018/12/il-furto-delloro-e-il-problema.html

venerdì 7 dicembre 2018

DeBase: Io ora mi aspetto che Assad fornisca armi ai ribelli moderati in Francia per costruire un'alternativa democratica alla violenza del regime repubblicano


Applausi!










---



giovedì 6 dicembre 2018

Zibordi: Perche’ lo(a) spread di oggi e' mooolto differente da quello di qualche anno fa

Zibordik in tv! 



Ogni tanto, quasi per sbaglio, arrivano a spiegare le cose sul serio anche nei meRdia :D


PS: Mi piace pensare di aver contribuito a renderlo piu’ noto :D

PPS: Ocio che mena! ;D




mercoledì 5 dicembre 2018

Masala - Boeri vuole 10 milioni di migranti per trattarli come schiavi a vantaggio del Capitale Finanziario [che teme l’inflazione]

Ottimo riassunto fatto da tal Masala e ripreso da L’Antidiplomatico. Ancora Banale buon senso (robba vecchia!). Ha veramente dell’incredibile, a pensarci a mente fredda, quello che ci ha raccontato la propaganda globalista e piddina da decenni ormai ma particolarmente in questi ultimi anni. Ha veramente dell’incredibile che “a sinistra” ci si ostini a non voler vedere dell’ovvio cosi’ macroscopico.

Davvero l'intervista a Boeri dalla Annunziata è qualcosa che fa gelare il sangue: secondo questo signore l'Italia dovrebbe importare fino a 10 milioni di migranti per consentire ai conti dell'INPS di essere sostenibili. 
A me pare una logica delirante: che senso ha importare milioni di persone dall'Africa quando hai qui il 10% di disoccupazione, non si sa quanti scoraggiati e quanti sottoccupati? Non si capisce, perché in Italia è già difficile trovare qualcosa per gli italiani figuriamoci per delle persone analfabete e non parlanti la lingua italiana (lasciamo poi perdere le diversità culturali). Sempre che l'obbiettivo reale non sia un altro: obbligare queste persone a fare lavori al nero, a salari improponibili e accettando condizioni di vita terrificanti per tenere sotto controllo i prezzi. In altri termini, vuoi rifornire il mercato di pomodori a 2 euro al Kg? Bene, allora devono lavorare persone in condizioni spaventose. Tout se tient in un mondo dove l'unica cosa che conta è il Capitale Finanziario: abbattere il suo principale nemico - l'inflazione - vale bene qualunque compromesso anche etico.

Poi il problema sociale dovuto all'innesco di una terribile guerra tra poveri non si vede dagli attici dei Parioli o di Brera.

E' un problema tra poveri: semplice bestiame di etnia diversa. Ed è inutile nascondere questa lotta all'inflazione dietro l'obbligo di importare persone perché ci stiamo estinguendo. Qui si fa la furbizia di confondere cause ed effetti: semmai è vero il contrario, ci stiamo estinguendo perché le condizioni di lavoro e salario non consentono ai giovani di farsi una famiglia.

E pure questo fantomatico trattato ONU #GlobalCompact sull'immigrazione è funzionale allo scopo antinflattivo. Permettere migrazioni epocali per avere manodopera a basso costo. Tenere l'inflazione bassa val bene una guerra tra poveri e l'insorgenza di forme di fascismo e razzismo. Poi a quel punto è facile mascherare questa verità dietro supposte motivazioni umanitarie. L'unica cosa davvero umanitaria che l'ONU dovrebbe sostenere è l'autodeterminazione dei popoli non il diritto alla fuga da un posto dove non ci si può autodeterminare per finire in un altro posto dove non ci si può autodeterminare.
 
*post Facebook del 02/12/2018

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-boeri_vuole_10_milioni_di_migranti_per_trattarli_come_schiavi_a_vantaggio_del_capitale_finanziario/82_26277/

Questo probabilmente e’ il punto vero: Ci hanno sempre raccontato che ‘inflazione e’ una tassa occulta, che colpisce i cittadini, ecc.. vero, ma probabilmente chi teme davvero l’inflazione sono i rentiers, i creditori e il grande capitale (magari creato solo per loro ad arte e a tassi zero dalle simpatiche BC)! 

Ricordo che con l'inflazione brutta dei tempi della Lira gli italiani si sono arricchiti, comprati casa e seconda casa, fatto un mese di vacanza tutti gli anni e mandato i figli all’Universita’. E pure messo qualcosa da parte.

Chissenfrega se l’economia crolla, la domanda interna viene distrutta (Monti tutto gaudente alla CNN a crogiolarsi di averla distrutta in Italia) e la gente non ha soldi: l’importante e’ continuare a pagare interessi sul debito e tenere l'inflazione bassa!


La BCE addirittura e’, credo, la sola BC mondiale che ha fra i suoi compiti ufficialmente SOLO di tenere a bada l’inflazione e manco una parola su cercare di tenere bassa la disoccupazione!




Ce lo mettiamo il tag “adotta un neurone” a ‘sto post? ;D

Gaiani - Secondo la Convenzione di Ginevra del '51, chi delinque perde il diritto di asilo. La percentuale di immigrati in fuga dalla guerra e’ esigua e fra l’altro le guerre in Eritrea, Iraq e anche Siria ormai sono finite.


Ottimo riassuntino di banale buon senso (robba antica ;D) a proposito delle polemiche piddin-sinistre sul decreto sicurezza dei fasisssti leghisti da parte dell’autore del sito “Analisi Difesa”



https://www.analisidifesa.it/2018/09/gaianisecondo-la-convenzione-di-ginevra-del-51-chi-delinque-perde-il-diritto-di-asilo/

Jensen - L’arte della distruzione del debito: Default “alla vaniglia”, default “creativo” o fiammata inflazionistica



Impressionante questa grafica. L’Italia paga di soli interessi sul debito pubblico circa un 4% del proprio PIL?!

Sappiamo che negli ultimi decenni abbiamo pagato in interessi sul debito credo sicuramente piu’ di 3 trilioni di euro attuali (3000 mld), ben piu’ del debito stesso... niente da dire, un gran bell’affare per i rentiers e la grande finanza (che di BTP non ne compra per solo qualche decina di migliaia di euro). A loro si che serve tanta bella asterita’ ;D.

Peggio di noi son messi forse solo i portoghesi.

Nell’articolo da cui ho preso il grafico si parla di debito dal punto di vista storico ... e di come sempre sia finita in svalutazioni (inflazioni) e/o haircuts (ti ridiamo solo una percentuale del capitale) se non defaults completi (non ti ridiamo un cazzo). E’ una costante della storia umana. Tanto che sin dall’alba dei tempi si facevano di tanto in tanto dei “giubilei” del debito (tutto cancellato e resettato).. addirittura dai tempi dei babilonesi se non ricordo male.


https://www.zerohedge.com/news/2018-12-04/art-debt-destruction-vanilla-default-creative-default-or-inflationary-bust

martedì 4 dicembre 2018

Bloomberg: Con la Fed che ripensa il suo sentiero di rialzi dei tassi l’oro dovrebbe fare un salto nel 2019

Visto il Palladio oggi? Si sta avvicinando a quota 1200 dollari l’oncia (31,103 grammi nel S.I.).. di sto passo rischia di diventare il piu’ prezioso dei metalli preziosi*! Eh si, perche’ l'oro sta ora ancora sotto quota 1250, resistenza da un po’ di mesi... ma secondo questo articolo su Bloomberg pare che non debba restarci ancora per molto:

Bloomberg - As Fed Rethinks Path for Rates, Gold's Poised to Jump in `19
Gold may be poised to rally as speculation mounts that the Federal Reserve will hit the pause button on interest rate hikes in 2019.


Secondo Bloomberg ‘oro potrebbe salire sulla Fed che la smette di rialzare i tassi nel 2019 (il Trumpo insiste da mo che gli stanno stroncando le zampette al suo boom insistendo ad alzare troppo i tassi dopo anni ed anni di ZIRP-NIRP (tassi a zero o negativi .. un unicum storico). Curioso che dopo piu’ di 30 anni di ebrei alla direzione della Fed abbiano nominato un cristiano (Powell) alla guida della BC americana proprio ora che i nodi si avvicinano ad arrivare al pettine ;D. 

Goldman Sachs Group Inc. recommends an outright long gold position into next year. “If U.S. growth slows down next year, as expected, gold would benefit from higher demand,”

Goldman si dice long (rialzista) sull’oro, specie se la crescita USA rallenta (e gia’ sta dando forse dei segni, con la curva del debito USA che si sta invertendo, paga di piu’ il debito a breve che quello a lungo e in parecchi lo danno come segnale di recessione in arrivo anche se magari non imminente)


(...) Sprott’s Reik, who’s expecting the central bank to halt rate hikes next year. He sees gold prices climbing to $1,360 in the first half and potentially hitting $1,525 in 2019, a level last seen in 2013.
https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-11-30/as-fed-rethinks-path-for-rates-gold-s-poised-to-rally-in-2019

Uno della Sprott vede l’oro di nuovo a 1360 nel primo semestre 2019 e poi a 1525 nel secondo (a sbattere contro il vecchio supporto dei massimi storici del 2011-2013).

Mah, Sprott e’ rialzista sempre, per definizione, e Goldman .. se dicono su sara’ giu’ ;D 


* E col Platino a 800 ormai il fratellino sfigato vale quasi un 50% in piu’ (!!!) del ben piu’ blasonato e noto fratellone.

domenica 2 dicembre 2018

Borghi: Proposta di Legge per confermare la proprieta' dello Stato sui lingotti d’oro custoditi alla Banca d'Italia

Ho intravisto sta roba negli ultimi giorni ma non ho ancora indagato un po’... cheddire, ad occhio mi pare STUPENDA l’iniziativa del nostro: Stabilire che l’oro non e’ di BdI (ormai una SpA globalista, che ha fra i suoi azionisti colossi bancari francesi e fondi americani.. meglio tacere che m'arestano) ma dello Stato Italiano.




No, ma bellissime queste 10mila Lire.. le voglio a corso legale! :D


---
L’ORO ALLA PATRIA - BORGHI VUOLE RIPORTARE SOTTO IL CONTROLLO DEL GOVERNO I LINGOTTI CUSTODITI ALLA BANCA D’ITALIA (E NON SOLO). LA SUA PROPOSTA DI LEGGE CON UN SOLO ARTICOLO È STATA DEPOSITATA 3 MESI FA, E VUOLE METTERE I PUNTINI SULLE ‘I’: C’È UN BUCO NORMATIVO SU CHI ABBIA DAVVERO LA DISPONIBILITÀ DELL’ORO ITALIANO (LA QUARTA RISERVA AL MONDO DOPO USA, GERMANIA E FMI - LA CLASSIFICA), VISTO CHE BANKITALIA È PARTECIPATA DAGLI ISTITUTI PRIVATI…
http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/rsquo-oro-patria-borghi-vuole-riportare-sotto-controllo-189108.htm

---


Effettivamente il Borghi ha ragione a parlare di “lievi imprecisioni” da parte della gazzettiera: Inizia il suo articolo con un dannunziano “A chi l’oro d’Italia? A noi!”, suggerendo al lettore che la proposta di Borghi sia di dare l’oro degli italiani ai (fascio)-leghisti (!). Poi dimostra di non sapere neanche di che parla visto che dice che l’oro e’ a Palazzo Kock mentre noi sappiamo sin troppo bene che la meta buona e’ (ma c’e’ davvero?) a Londra e soprattutto nei caveau della Fed di NY a Liberty Street 33. Nonostante la faziosita’ forzatissima iniziale e l’ignoranza su dove siano conservate le riserve auree la gazzettiera pero’ non ha dubbi che l’oro sia di BankItalia (lo dice il loro sito!). E va beh. Ci siamo purtroppo abituati.


Comunque mi pare che anche a livello giuridico ci sarebbero infinite ragioni per considerare le nostre riserve auree come nostre: credo che la maggior parte - se non tutto! - delle attuali quasi 2.500 tonnellate d’oro siano state comprate quando BankItalia era ad azionariato, si, ma gli azionisti erano ancora tutti banche statali

Poi vennero Prodi e i democratici piddini a svendere tutto e, per esempio, ora BNL e’ francese, ecc... a livello logico a me pare difficile pretendere che quell’oro non sia degli italiani.


Sempre al primo link di Dagospia trovate anche un articolo Bolaffi con aggiornamenti sulle riserve auree mondiali redatto dal WGC (neanche loro pero’ ricordano come meta’ dell’oro “italiano” sia a NY e non a Roma). Riporto un pajo di righe:

(...) notiamo come l’Arabia Saudita, al 16° posto - con 322,9 tonnellate d’oro superi il Regno Unito che ne possiede 310,8.


Questo perche’ dovro’ farvi un post prossimamente sulle simil monete d’oro coniate dal Tesoro USA per i Sauditi in guisa (solo peso e purezza) di sterline d’oro negli anni ’40 riprendendo un interessante articolo di BullionStar.


Il totale delle riserve auree globali conservate da autorità statali o sovranazionali è stimato dal WGC, a fine 2017, in 33,762,2 tonnellate, di cui 10.782,0 fanno capo all’Eurozona e alla BCE.

E questa frase per fare un conticino: Le riserve auree delle BC di tutto il mondo ammontano a 33.800 tonnellate. Ai prezzi attuali (1078 euro/oz questo weekend) si parla quindi di circa 1.086.000.000 once e quindi di 1.171.000.000.000 euro, 1171 miliardi di euro.

Tutto l’oro di tutte le BC del mondo vale ora meno di 1.200 mld di euro. 

Ricordo che il solo Draghi ha creato dal nulla moneta per molto di piu’ (1600 mld?) durante il solo QE della BCE. 


E la stessa cosa hanno fatto un po’ tutte le BC del mondo, Fed americana, Bank of England, Bank of Japan, Cinesi (anche se non come QE), Bank of Canada, ecc.... 


Dando un’occhiata allo storico delle variazioni nelle riserve auree dal 2002 al 2017 si notano fra la altre le cospicue vendite dell’Austria (-67,5 tonnellate), dei Paesi Bassi (-272,1 tonnellate) e del Sudafrica (-241,9 tonnellate). 
Per parte sua, la Svizzera ha ceduto ben 1.158,1 tonnellate di metallo prezioso. 
I saldi positivi più eclatanti, nello stesso arco di quindici anni, sono sati invece quelli messi a segno dalla Russia (+1.405,6 tonnellate) e dalla Cina (+1.341,8 tonnellate).

Qui probabilmente bisogna pensare a vendite da parte di Austria e Olanda precedenti alla crisi del 2008. Sappiamo come poi invece entrambe quelle BC si siano date da fare negli ulti anni per rimpatriare oro da Londra e New York (il proprio saldo ufficiale pero’ sara’ rimasto immutato).


---

Un altro post, a mio avviso un po’ superficiale e fuorviante ma interessante, da Bruno Guerri:




L’ORO DELLA PATRIA? A NOI! – GIORDANO BRUNO GUERRI E LA PROPOSTA DI BORGHI DI FAR CONTROLLARE AL GOVERNO I LINGOTTI DI BANKITALIA: “VIENE SUBITO IN MENTE IL MUSSOLINIANO «ORO ALLA PATRIA»: ANCHE QUELLO DOVEVA SALVARE L’ITALIA. LA FEDE ERA QUELLA NEL FASCISMO MA ANCHE, PIÙ PROSAICAMENTE, QUELLA CHE GLI SPOSI PORTAVANO ALL’ANULARE” – DA BRENNO A POGGIOLINI, L’ORO HA STREGATO EROI E DITTATORI
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/rsquo-oro-patria-noi-ndash-giordano-bruno-guerri-proposta-189244.htm 
Sono infiniti gli episodi, di ogni epoca e luogo, che si potrebbero raccontare sul «metallo prezioso», che è tale solo perché l' abbiamo deciso da tempo immemorabile. Ma, ora che Borghi vuole salvare la patria con l'«oro dalla patria», viene subito in mente il mussoliniano «oro alla patria»: anche quello doveva salvare l' Italia. Il duce, nel 1935, voleva ribattere alle sanzioni della Società delle Nazioni per l' aggressione all' Etiopia, e istituì la Giornata della Fede, il 18 dicembre.
In tutto vennero raccolte 37 tonnellate d' oro e 115 d' argento. Un risultato abbastanza buono per vincere la guerra d' Etiopia, ma non quella ben più terribile che sarebbe venuta dopo.

Ci sarebbe da notare il piiiiiiiiiicolo particolare che l’oro alla patria di Muscolini credo servisse per l’ “austerita’” dell’epoca, per garantire il valore di un cambio fisso della Lira** troppo alto (quota 90, in un Gold Standard) rispetto al valore “naturale” che avrebbe la nostra divisa, e per scopi bellici. Uno dei vari infelici tentativi di riportare ordine “aureo” nel mondo dopo le spese folli per la Grande Guerra. Mentre invece la mossa di Borghi mi pare piu’ intesa (spero!) a garantire potenzialmente la neo-Lira del post Italexit. Saranno sicuramente dettagli per il fine storico ;D

Negli anni ’20 mi risulta che per ristabilire la parita’ aurea della Sterlina anche Churchill fece austerita’, provocando la peggior crisi economica inglese dell’ultimo secolo. Dopo la Prima Guerra Mondiale tutto il mondo incontro’ notevolissime difficolta’ a ritornare al Gold Standard e come sappiamo alla fine venne istituito il Gold Exchange Standard: sostanzialmente niente piu’ oro nell'uso comune (le banconote in UK furono introdotte sostanzialmente proprio ai tempi della Grande Guerra visto che non c’era abbastanza oro per coprire le spese belliche) e soprattutto solo gli Stati potevano chiedere di redimere in oro le banconote di un altro paese (fu poi De Gaulle soprattutto a fare crollare anche questo sistema nel 1971 visto che dagli anni 60 aveva preso a mandare navi cariche di verdoni in USA per farseli cambiare in oro...)

Interessante, piuttosto, questo passaggio:


Proprio nella Seconda guerra mondiale i tedeschi ripetettero la raccolta con le cattive nel ghetto di Roma: il 26 settembre 1943 pretesero che in poche ore gli ebrei raccogliessero 50 kg d' oro: non ce l' avrebbero fatta, ma grazie a uno slancio di generosità dei romani si arrivò a recuperarne 80, di cui 30 vennero nascosti e poi versati per finanziare la nascita dello Stato di Israele.

.. e anche questo:

Ai nazisti andò meglio non con la generosità, ma con l' inefficienza romana. La Banca d' Italia aveva un enorme deposito di 119.252 chilogrammi d' oro, e dal 1941 Mussolini pensava di farli mettere al sicuro a L' Aquila. I lavori per le strutture blindate andarono così a rilento che alla caduta del fascismo, due anni dopo, l' oro era ancora a Roma. 
Si pensò ancora di trasferirlo ma ci fu un usuale pasticcio di competenze (fra il governatore e il direttore generale della Banca d' Italia), e le 119 tonnellate rimasero nella capitale prima di prendere la strada per la Germania: ne sarebbero stati recuperati soltanto due terzi.

Vorrei anche farvi notare quant poco oro avevamo nel ventennio rispetto alle riserve auree attuali: manco 120 tonnellate contro quasi 2.500 di oggi (la meta’ circa si, conservate presso “la sacristia” di Palazzo Kock). 21 volte tanto. Questo con “la liretta”.


*dimentichiamo ora che per esempio la Fed mi pare lo conteggi ancora a 35 usd/oz :D

** Un po’ come oggi paghiamo per mantenere la Lira-Euro a cambio fisso con il Marco-Euro

Armstrong: Goldman Sachs sono i nuovi Rothschild?

L’altro giorno non ho finito il mio post sul megascandalo che sta colpendo Goldman Sachs, la banca delle banche, i “Masters of the Universe”, i Padroni dell’Universo" come se non erro ebbe a dire sghignazzando il suo super boss Lloyd Blankfein (Ha lasciato il comando di GS da poco, giusto in tempo per svicolare da questo scandalo formato mega ..)

Sentito niente sui meRdia nazionali a proposto di quest’altro scandalo epocale? Io ZERO. Sta bo' che e’ finalmente venuto fuori qualcosiiiina su Deutsche Bank negli ultimi giorni, ho visto financo un TG3 dare la news che la polizia stava perquisendo la sede centrale di Deutsche e che il titolo crollava - ancora - in borsa a nuovi record minimi (8,00€/azione .. era al doppio a inizio anno) ... naturalmente la news e’ prontamente scomparsa, approfondimenti zero. Cosa vuoi che sia uno scandalo tedesco per reciclaggio di denaro sporco per 150 miliARDI rispetto agli abusi edilizi (?) del papa’ del Giggino nazionale?

Grande sintonia, bacini e sorrisi fra Lloyd Blankfein e Hillary Rodham Clinton

Armstrong, Economics - Goldman Sachs. Preparing for Waterfall Event? 
https://www.armstrongeconomics.com/world-news/corruption/goldman-sachs-preparing-for-waterfall-event/
The rumor mill has been hot concerning Malaysia and Goldman Sachs for the past two years. As it was turning into a criminal investigation Lyod Blankfein coincidently decided to step down at age 63.

Sono due anni che se ne parla ma solo ora sta scoppiano sul serio lo scandalo Malesia (paese in cui per George Soros c’e’ la pena di morte, per inciso) .. e l nostro mitico Lloyd (ebreo, ça va sans dire) ha lasciato la guida dell’iperbanca proprio un attimo prima. I casi. 

As Bloomberg wrote: “Years before Goldman Sachs Group Inc. arranged bond deals now at the heart of globe-spanning corruption probes, the firm’s then-CEO Lloyd Blankfein personally helped forge ties with Malaysia and its new sovereign wealth fund, according to people with knowledge of the matter.”

Curiosamente Bloomberg, di proprieta’ dell’ex sindaco di New York (ebreo anche lui), cita pero' indiscrezioni secondo cui fu proprio il nostro Lloyd a imbastire gli accordi su bond e col fondo sovrano della Malesia che sono ora al centro della tempesta.

It is interesting how those of us in the industry outside of Goldman Sachs have been waiting to see if the shoe will ever drop and the US Department of Justice will EVER do its job along with the SEC and CFTC. They have all been in the pocket of Goldman Sachs for quite some time.

Armstrong dice che tutti nel settore, a parte i Goldmaniani, e’ da mo che si domandano se gli organismi di controllo americani, dal Dipartimento di Giustizia alla SEC e alla CFTC si sarebbero mai “svegliati”: Ma “sono tutti nella tasca di Goldman da un bel po’ di tempo” dice Martin. Espressione inglese che direi non ha bisogno di essere meglio tradotta ;D

The problem remains that Goldman Sachs has way too many people in strategic places to allegedly manipulate governments such as Alan Cohen who now serves as advisor to the Chairman of the SEC on emerging risks and regulatory developments, including the impact of Brexit, new European Union regulations (e.g. MiFID II), and issues related to domestic and international clearing and settlement of securities as well as derivatives transactions. Cohen was a board member at Goldman Sachs after joining the firm in 2004 ....

Armstrong fa un po’ di analisi sul titolo Goldman in borsa - pensa che potrebbe tracollare! - e poi cita uno dei tanti casi di uomini di Goldman che sono finiti qua e la in organi statali e parastatali chiave (Draghi, Monti, Letta senior, Prodi... ricorda niente? E solo per citare gli “italiani” piu’ famosi) e che in molti pensano siano stati piazzati li per manipolare direttamente Stati interi e Governi. (della serie: sempre piu’ importante discutere per settimane della Isoardi che ha lasciato Salvini piuttosto che di questi pettegolezzi qui, noh? ;D)


Actually, I previously wrote back in 2015 about this Malaysian scandal which we all knew about behind the curtain and how it involved Goldman Sachs. In 2016 I wrote that the Federal Reserve was preparing an enforcement action against Goldman Sachs ....

Armstrong ricorda come sono ANNI che si sa di questa mega-magagna e si comanda (domanda retorica) come mai agli organi di controllo USA siano stati necessari 3 anni per procedere. 

Don’t forget, it was Blankfein who once said that Goldman Sachs was doing “Gods work” here on Earth.

Beh, Lloyd era quello che diceva di fare “Il lavoro di Dio” sulla Terra ...


If the prosecutors in Brooklyn really want to make a name for themselves, they have the key to allegedly unlock Goldman which may lead to the biggest political corruption case ever to have existed which may just make the Rothschilds look like kindergarten. So stay alert. 
This could be far worse than anyone knows for the tentacles go everywhere and extremely deep even into the pockets of the Clinton Foundation.

Martin parla di uno scandalo che potrebbe far apparire i Rothshild dei dilettanti (ne dubito! :D) .. uno scandalo che potrebbe arrivare anche sino alla tristemente famosa (per noi, non per chi si abbevera solo alla fonde della verita’ della Botteri & friends da NY ;D) Fondazione Clinton.

The number of politicians who have been for sale around the world allegedly to Goldman Sachs may even be beyond count. 
Don’t forget, Goldman went as far as to instruct staff they were NOT ALLOWED to donate to Trump. 
Mueller was also on the paid-speaking circuit in recent years and paid by none other than Goldman Sachs. That alone means Trump had better get off his ass and go after Goldman full-throttle. 
Hillary got $675,000 for three speeches at Goldman Sachs. It has been known that Hillary got $22 million in speaking fees that were all to buy “influence” in government. She has NEVER been prosecuted for obvious bribes. Hello Mr. Trump! Darin the swamp!!!!!

Il numero di politici che, si dice, si sono venduti a Goldman in giro per il mondo, sarebbe impossibile da conteggiare. Non dimenticate che Goldman ha espressamente vietato ai suoi dipendenti di donare a Trump e anche il procuratore Mueller (Russiagate) ha beccato belle cifre da GS negli anni per i suoi discorsi. La Clinton si e’ beccata da Goldman 675.000 dollari per 3 discorsi. E’ noto che la Clinton ha raccolto 22 milioni di dollari in discorsi, soldi che vengono “donati” per comprare influenza una volta che il candidato sia eletto, ovviamente.

---

Goldman Sachs sono i nuovi Rothshild?


Armstrong Economics - Is Goldman Sachs the new Rothschilds? 
https://www.armstrongeconomics.com/world-news/conspiracy/is-goldman-sachs-to-new-rothschilds/


Qui riconosco Mike Bloomberg (secondo da sx), il Goldman-TesoroUSA Hank Paulson (terzo) e la Clinton all’estrema dx. Accanto a lei e’ per caso quel tal Larry Bird, capo del KKK e padrino della prima ascesa politica dei Clinton? 



---

AHO, MANCO FOSSERO I CASAMONICA! - 170 AGENTI HANNO PERQUISITO LE SEDI DI DEUTSCHE BANK, DECINE DI PULMINI DELLA POLIZIA A SIRENE ACCESE PER ORE SOTTO LA SEDE DI FRANCOFORTE. L’ACCUSA È DI RICICLAGGIO, E L’INDAGINE PARTE DAI ‘PANAMA PAPERS’. C’ENTRANO LA PRIMA BANCA DANESE, L’AZERBAIJAN E 8 MILIARDI DI FONDI TRANSITATI PER I DUE ISTITUTI. E PURE LA MORTE DI DAPHNE CARUANA GALIZIA: TUTTI I DETTAGLI 
http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/aho-manco-fossero-casamonica-170-agenti-hanno-perquisito-sedi-189317.htm